Verde urbano: a Como prevalgono le aree incolte

Il bonus verde nella bozza di decreto legge sul clima

Arriva anche il bonus verde per giardini e terrazzi nella bozza di decreto legge sul clima. Per la Coldiretti lariana "si tratta di un’ottima notizia per il comprensorio di Como e Lecco, sia per i cittadini che ne beneficiano sia per le imprese impegnate nel settore florovivaistico e della manutenzione del verde”.

Si tratta di una detrazione ai fini Irpef del 36% delle spese per lavori di “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi, nonché per coperture a verde e giardini pensili.

“La proroga della misura ha un alto valore economico, occupazione ed ambientale per un settore di primo piano nel territorio comasco e lecchese - commenta il presidente di Coldiretti Como-Lecco Fortunato Trezzi -. Si tratta di un provvedimento che ha avuto un grande successo negli anni passati e che contribuisce a rendere più belle le città, ma anche a tagliare lo smog con diffusione di piante capaci di catturare le polveri e di ridurre il livello di inquinamento. Fiori, giardini e aree verdi, e ovviamente ogni evento che li valorizza, possono divenire elemento di attrazione per il territorio. Rendere più belle e fiorite le nostre città, significa offrire un ambiente più piacevole ai cittadini che le abitano e incentivare l’arrivo dei turisti che già apprezzano l’ambito lariano per le sue bellezze ambientali”.

Ma qual è lo status delle due città capoluogo rispetto al verde? Secondo l'analisi di Coldiretti, Lecco è nella top ten a livello nazionale per incidenza percentuale sulla superficie comunale sia delle aree sportive all’aperto (oltre il 16% del verde cittadino), sia degli orti urbani (oltre l’1,5%), tipologia quest’ultima in cui rispetto al capoluogo lariano fanno meglio solo Parma, Aosta e Pesaro che superano il 2%. Si segnala però una carenza di grandi parchi, di aree boschive e di forestazione urbana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Como, invece, è tra i primissimi posti a livello nazionale per incidenza delle aree verdi incolte (85% del verde cittadino), ovvero quelle aree prive di coltivazioni specifiche e con una vegetazione spontanea non soggetta a manutenzione.
"Se da un lato ciò potrebbe rappresentare un campanello di allarme - commenta Coldiretti -, dall’altro lato queste aree rappresentano comunque un prezioso freno al dilagare del consumo di suolo. Il capoluogo andrebbe però implementato con grandi parchi, aree sportive all’aperto e verde di arredo urbano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento