Giovedì, 23 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Autista licenziato, i colleghi protestano in consiglio: pronti a nuovi scioperi

Una dozzina di autisti dei bus di Asf Autolinee si sono presentati a Palazzo Cernezzi durante la seduta del consiglio comunale di Como. L'obiettivo? Far sentire la loro voce a sostegno e a solidarietà del collega che sarà licenziato perché...

Una dozzina di autisti dei bus di Asf Autolinee si sono presentati a Palazzo Cernezzi durante la seduta del consiglio comunale di Como. L'obiettivo? Far sentire la loro voce a sostegno e a solidarietà del collega che sarà licenziato perché ritenuto non idoneo alla guida dell'autobus. Gli autisti hanno chiesto e ottenuto che la seduta fosse sospesa per consentire un incontro con il sindaco Mario Lucini e con i consiglieri comunali nella vicina Sala Stemmi.

https://www.youtube.com/watch?v=7c_H8WOAHaw

A nome del gruppo intervenuto in consiglio in rappresentanza degli autisti ha parlato il coordinatore della Rsu aziendale Pasquale Vasta che ha espresso al sindaco timori, proteste e richieste. Nel dettaglio è stato chiesto al sindaco e ai consiglieri comunali di schierarsi a fianco degli autisti facendo "pressione" sulla dirigenza di Asf Autolinee affinché il collega ritenuto non idoneo non venga licenziato ma ricollocato in azienda con altra mansione. In effetti all'autista è stato proposto di lavorare per la cooperativa che ha l'appalto per la pulizia delle corriere. "Ma una persona che ha dato per tanti anni il suo contributo affinché l'azienda fosse efficiente - ha commentato un altro autista, Walter Gatti - vorrebbe essere reintegrato nella sua azienda e non andare a lavorare per una cooperativa il cui appalto scade, tra l'altro, a fine dicembre".

https://www.youtube.com/watch?v=ntgNx65GJLI

Tra le altre richieste espresse dal rappresentante della Rsu, Pasquale Vasta, c'è stato anche l'azzeramento del cda di Asf Autolinee. "Il Comune è socio di Spt Holding, la società a partecipazione pubblica che detiene il 51 per cento delle quote di Asf - ha tuonato Vasta - quindi chiediamo a voi amministratori di dirci da che parte state, se da quella dei lavoratori o da quella delle multinazionali che hanno a cuore solo l'utile dei loro bilanci. I soci pubblici di Spt Holding possono chiedere l'azzeramento di questo cda che sta dimostrando di non lavorare bene".

https://www.youtube.com/watch?v=dxsMYw6DBmg

Il sindaco Lucini da parte sua ha spiegato che il Comune ha già avviato i contatti e i confronti con l'azienda per capire se ci siano margini per tutelare i dipendenti ritenuti non idonei, ma ha anche spiegato su questo tema il Comune non ha alcun potere effettivo.

Gli autisti hanno comunque affermato di essere pronti a nuovi scioperi. "Stiamo seguendo tutte le procedure sindacali regolari - ha concluso Vasta - per portare avanti la nostra protesta. Già da gennaio potremmo essere pronti a nuovi scioperi ma già da subito applicheremo la "non collaborazione" rifiutandoci, per esempio, di fare gli straordinari".
Si parla di

Video popolari

Autista licenziato, i colleghi protestano in consiglio: pronti a nuovi scioperi

QuiComo è in caricamento