Acsm-Agam, 40 milioni di finanziamento da Cassa depositi e prestiti

Un finanziamento da 39,5 milioni di euro da Cassa depositi e prestiti ad Acsm-Agam e l'aumento di capitale della controllata Acsm Agam Reti Gas Acqua. E' il doppio annuncio che la multiutility ha fatto in conferenza stampa dove Gianni Castelli...

Un finanziamento da 39,5 milioni di euro da Cassa depositi e prestiti ad Acsm-Agam e l'aumento di capitale della controllata Acsm Agam Reti Gas Acqua. E' il doppio annuncio che la multiutility ha fatto in conferenza stampa dove Gianni Castelli (presidente Acsm Agam Reti Gas Acqua), Roberto Colombo (presidente Acsm Agam), Umberto D’Alessandro (vicepresidente Acsm Agam) ed Enrico Grigesi (amministratore delegato Acsm Agam) hanno illustrato le prospettive future dell'azienda. Si parte, innanzitutto, dal consolidamento e sviluppo nel settore reti e distribuzione del gruppo Acsm Agam e segnatamente della controllata Aarga spa.

Il finanziamento con la Cassa Depositi e Prestiti, per un importo massimo di 39,8 milioni di euro, è finalizzato alla realizzazione di progetti per lo sviluppo di reti di distribuzione gas e all’acquisizione di nuove concessioni, nonché all’aumento di capitale della stessa Acsm Agam reti Gas Acqua a servizio del conferimento da parte della capogruppo degli impianti per la distribuzione del gas nel comune di Cantù.

In tutti i comuni gestiti in precedenza (per la precisione 15) che hanno provveduto a porre in gara il servizio, Acsm Agam Reti Gas Acqua si è riconfermata come gestore. Allo stato pende la sola gara dei comuni di Como e San Fermo della Battaglia per la quale è in corso la valutazione dell’anomalia dell’offerta formulata da altro concorrente, mentre i Comuni di Cantù e Grandate non hanno bandito gare nei rispettivi territori.

Riepilogando, dopo la sottoscrizione del contratto con la Comunità Montana Triangolo Lariano, intervenuta nei giorni scorsi, la società gestirà il servizio in 36 comuni (Como, Cantù, Grandate e San Fermo della Battaglia compresi), per 189.156 utenze e per complessivi 1.588 chilometri di rete.

Con le citate aggiudicazioni e riaggiudicazioni, la società si è garantita ricavi per i prossimi dodici anni per oltre 206 milioni di euro e si è impegnata a realizzare investimenti, sempre nei prossimi dodici anni, per oltre 37 milioni di euro, al netto degli esborsi per l’acquisto degli impianti oggetto di nuova aggiudicazione.

Dal 2005 al 2011 si sono svolte gare in tutta Italia per complessivi 2,5 milioni di utenze e Acsm Agam Reti Gas Acqua se ne è aggiudicati 125 mila pari a circa il 5 per cento di quelli mesi a gara.

L’azienda è proiettata sin d’ora nella preparazione delle gare d’ambito che interesseranno intere porzioni di provincie. Acsm Agam Reti Gas Acqua parteciperà sicuramente alle gare dei territori in cui è presente storicamente ovvero negli ambiti denominati: Como 1 Triangolo Lariano e Brianza Comasca, Como 2 Como e Olgiatese e Monza e Brianza 1 Est.La partecipazioni a gare di ulteriori ambiti è al vaglio della società, che sta valutando altresì ipotesi di partnership nei singoli contesti. I Comuni che la società gestisce e/o gestirà sono Monza, Como, Albavilla, Bregnano, Brunate, Cantù, Carimate, Casnate con Bernate, Capiago Intimiano, Cavallasca, Cermenate, Cucciago, Erba, Grandate, Lomazzo, Montano Lucino, Rovellasca, Rovello Porro, San Fermo della Battaglia, Senna Comasco, Tavernerio e Comunità Montana Triangolo Lariano (composto dai seguente Comuni: Barni, Bellagio, Caglio, Canzo, Caslino d’Erba, Castelmarte, Eupilio, Lasnigo, Magreglio, Proserpio, Pusiano, Rezzago, Sormano e Valbrona), In Provincia di Treviso: Mogliano Veneto.
Si parla di

Video popolari

Acsm-Agam, 40 milioni di finanziamento da Cassa depositi e prestiti

QuiComo è in caricamento