menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato immobiliare in pandemia: il Lago Maggiore "ruba" compratori al Lago di Como

Un articolo del New York Times analizza l'andamento delle compravendite di case sui due laghi dopo l'inizio della pandemia

A parità di bellezza, qualità e prestigio le case sul Lago Maggiore costano meno della metà di quelle del Lago di Como: 3mila euro al metro quadrato anziché 6 o 7mila. Ragion per cui molti potenziali acquirenti stranieri (ma anche italiani) stanno rivolgendo sempre di più il loro interesse al primo lago anziché al secondo. Una vera e propria inversione di tendenza le cui molteplici ragioni sono stato oggetto di un approfondimento da parte del New York Times in un articolo del 3 marzo 2021.

Nell'articolo vengono interpellati diversi esperti del settore immobiliare, da Angela Petroso, agente di Sotheby’s International Realty in Italia, a Vincenzo de Tommaso, responsabile dell’ufficio stampa del portale Idealista (che di recente ha acquisito il portale casa.it).
Nel periodo di pandemia chi può permettersi di acquistare una seconda casa ha cominciato a guardare con interesse ai bellissimi laghi lombardi dove il contesto tra natura e architettura rende qusti luoghi ideali per una "fuga" dalla città, alla ricerca di privacy e tranquillità, ma anche di paesaggi mozzafiato. Ma sempre a causa della pandemia il mercato immobiliare ha fatto registrare delle variazioni. Sebbene i prezzi non siano scesi più di tanto (grazie anche ai tassi dei mutui ai minimi storici che permettono ancora di acquistare immobili con relativa facilità) gli aspiranti acquirenti hanno iniziato a interessarsi a zone che fino a poco tempo fa erano meno gettonate o meno rinomate senza una vera ragione. Tra queste c'è sicuramente la sponda piemontese del Lago Maggiore, sia per la bellezza del lago che per la vicinanza delle montagne per escursioni e sci. In poche parole visto l'andamento economico mondiale i compratori stranieri decidono comunque di investire, ma scelgono mete diverse da quelle tradizionalmente ritenute più lussuose. Dunque, il Lago Maggiore ha cominciato a "rubare" compratori al Lago di Como.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como, il bollettino del 17 aprile: 233 nuovi casi

  • Cronaca

    Parapendio caduto a Eupilio: ferito uomo di 60 anni

  • Coronavirus

    Il racconto del primo comasco vaccinato con Sputnik

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento