Cronaca

Città murata, residenti contro l'artista misterioso: "Paghiamo le tasse, vogliamo quiete"

Si infittisce e si invelenisce il mistero dei volantini comparsi a raffica ieri su mura e portoni dei palazzi attorno a piazza Martinelli, nel cuore della città murata. A dispetto del fatto che ancora non si possa escludere una sorta di scherzo da...

piazza-martinelli-3

"Ci terremmo a farle notare - continuano i residenti che hanno condiviso il documento, di cui però non sono riportati altri dettagli su nomi e numero - che qui abitano famiglie con bambini, anziani e gente che al mattino presto si deve alzare per andare a lavorare, perché anche noi siamo cittadini che sborsano il loro tributo alle casse comunali e allo Stato, perché non tutti si possono permettere il lusso di cambiare abitazione come da lei suggerito, per il solo favore che viene concesso a lei e tanti altri di manifestare". Inevitabile, viste le premesse, il finale: "Semmai, sarebbe buona cosa il contrario, e cioè che certe manifestazioni, eventi, baccano, siano traslocati fuori città, approvati in spazi più ampi, possibilmente al di fuori del centro abitato, in modo da lasciare libertà a chi vuole di partecipare e chi no, di non subirli. Per tutto quanto suddetto, facciamo appello anche a quanti leggono per conoscenza, affinché tutto ciò non diventi motivo di tensione tra cittadini".

Insomma, la disfida tra l'autoproclamato direttore artistico della "Open Road" e gli abitanti del centro è aperta. Ora mancano soltanto le identità reali di entrambi i fronti.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città murata, residenti contro l'artista misterioso: "Paghiamo le tasse, vogliamo quiete"

QuiComo è in caricamento