rotate-mobile
Cronaca

Violentata sul treno: arresto convalidato per i due uomini. Le parole della vittima

"Ero seduta sul treno, tornavo a casa dopo la giornata di lavoro. Sono piombati all'improvviso su di me"

Rimarranno in carcere i due uomini che sono stati fermati per la violenza sessuale su una giovane di 22 anni sul treno Milano-Varese. 

Il terribile episodio è avvenuto all'altezza della stazione di Vedano Olona, nel Varesotto (confinante con Binago, Como). Il 21enne italiano e il 30enne marocchino non hanno saputo dare versioni convincenti e sono state troppe le contraddizioni. 

Uno dei due ha detto di essere stato solo spettatore del fatto, l'altro ha negato tutto. Ma entrambi sono stati identificati dalla vittima e sono state lasciate anche delle tracce biologiche che saranno analizzate. 

Come riportato da il Corriere della Sera queste le parole di una delle due vittime: 

"Ero seduta sul treno, tornavo a casa dopo la giornata di lavoro. Come sempre. Stavo guardando il cellulare… – ha detto la ragazza – Quei due sono arrivati all’improvviso. Di colpo. Nemmeno il tempo di sentirli, di accorgermi di niente…Uno mi ha bloccata, mi teneva ferma, non riuscivo a muovermi, mentre l’altro…”.

La ragazza è andata poi a parlare con il capotreno e infine ha raccontato tutto un'altra volta alla polizia ferroviaria. 

Ha cercato di ricordare i tratti somatici dei due uomini che non avrebbero proferito parola. 

Una volta scesi alla fernata di Venegono il 21enne italiano e il 30enne marocchino avrebbero provato a fare violenza su un'altra giovane nella piccola sala d'attesa ma fortunatamente è riuscita a scappare e ad attirare l'attenzione urlando. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentata sul treno: arresto convalidato per i due uomini. Le parole della vittima

QuiComo è in caricamento