menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La pianta caduta a Villa Balbianello (Fonte: FAI)

La pianta caduta a Villa Balbianello (Fonte: FAI)

Il maltempo abbatte un platano secolare a Villa Balbianello: chiusura straordinaria per la rimozione

Smottamento rende inaccessibile anche il viale d'accesso pedonale

La notte di maltempo di lunedì 21 ottobre 2019 ha stroncato un platano secolare nel giardino di Villa Balbianello, a Tremezzina. L'antico albero ha ceduto alle intemperie ed ha finito per appoggiarsi, in equilibrio instabile, su una pianta vicina, rimanendo pericolosamente sospeso sull'ingresso a lago del parco, proprio sopra il molo d'attracco.

"Non era una pianta molto grande, ma aveva comunque più di un secolo di vita - spiega il general manager del FAI Como Giuliano Galli -. Il suo profilo, inoltre, inseme a quello delle compagne vicine, caratterizzava l'accesso alla villa per quanti vi giungevano dal lago. Certo dispiace per il suo cedimento, ma è un'eventualità che non ci coglie del tutto di sorpresa. Era già da tempo, infatti, che la tenevamo monitorata".

Fortunatamente il crollo non ha causato danni, ma è necessario intervenire con urgenza per rimuovere il fusto pericolante e rimettere in sicurezza l'area sottostante e, di conseguenza, l'accesso al molo.
"La rimozione della pianta non sarà semplice - continua Galli -, anche per via del luogo in cui si trova, difficilmente raggiungibile con mezzi meccanici e motorizzati oltre una certa dimensione".

Il crollo del platano, tra l'altro, non è l'unico danno arrecato alla Villa dal maltempo. Durante la notte, infatti, si è verificato anche uno smottamento lungo la via d'accesso pedonale che collega il giardino all'abitato di Lenno. Il terreno è franato sul viale ostruendolo e rendendo inaccessibile la proprietà. Prima di tutto, quindi, sarà necessario liberare l'accesso alla Villa.

Per questo, in via del tutto eccezionale, domani - martedì 22 ottobre 2019 - Villa Balbianello resterà chiusa al pubblico.
"Approfitteremo anche del mercoledì, giorno di riposo infrasettimanale, per completare i lavori - afferma Galli - e contiamo di riaprire già giovedì 23".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia, nuova ordinanza: intere province in arancione "scuro"

Coronavirus

Como e la Lombardia in zona arancione da lunedì 1 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento