Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

15 vigili di Como indagati per ingiurie e lesioni a 3 cittadini svizzeri

Sono 15 i vigili del comando di polizia locale di Como indagati per ingiurie e lesioni nei confronti di tre cittadini svizzeri. Il fatto risale alla notte tra il 20 e il 21 giugno 2010. I vigili erano in servizio a piazza Camerlata e svolgevano...

Sono 15 i vigili del comando di polizia locale di Como indagati per ingiurie e lesioni nei confronti di tre cittadini svizzeri. Il fatto risale alla notte tra il 20 e il 21 giugno 2010. I vigili erano in servizio a piazza Camerlata e svolgevano l'attività di controllo delle auto. Normale attività di prevenzione delle cosiddette "stragi del sabato sera". Un'auto con targa svizzera è stata fermata. Il guidatore è stato sottoposto a un preliminare controllo della presenza di alcol nel sangue a cui è risultato positivo. Successivamente è stato invitato a eseguirne un secondo più accurato per determinare il tasso alcolemico preciso. Dopo vari tentativi il guidatore (classe 1988) si è rifiutato. A quel punto gli animi, stando agli atti compilati dagli agenti di polizia locale, si sarebbero scaldati e i ragazzi (in tutto quattro) avrebbero cominciato a rivolgersi in modo oltraggioso ai vigili. Dopo quasi 2 ore molto concitate i vigili avrebbero richiesto i documenti ai ragazzi per procedere con la denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale. A quel punto tre di loro avrebbero tentato la fuga. Uno in particolare si è diretto sulla via Varesina verso via badone, ma è stato intercettato da una volante della polizia.

Successivamente tre dei quattro giovani svizzeri sono stati condotti al comando di polizia locale e denunciati per interruzione di servizio pubblico, oltraggio a pubblico ufficiale, ubriachezza e disturbo della quiete pubblica. Secondo quanto riportato nei verbali redatti dai vigili avrebbero proferito frasi come "in Italia non capite un cazzo". Poi alla notizia che l'automobile sarebbe stata temporaneamente trattenuta le parole usate sarebbero state più colorite. Il tutto si sarebbe concluso alle 6 del mattino. Nel corso della lunga notte il guidatore è stato sottoposto anche a drug test e risultato positivo al thc (principio attivo della marijuan e dell'hashish). Questo è il resoconto di quella notte dal punto di vista dei vigili di Como. Ovviamente per ragazzi svizzeri le cose sarebbero andate in altro modo. Ed ecco che nelle scorse settimane sono state recapitate agli agenti di polizia locale presenti quella notte (14 vigili e un ufficiale, Vincenzo Ajello) le lettere di informazioni di garanzia. Infatti, ora gli agenti sono tutti indagati per diverse ipotesi di reato tra le quali le lesioni e le ingiurie. Titolare dell'inchiesta è il pm Massimo Astori. Ieri il primo ad essere stato ascoltato è stato l'ufficiale Ajello.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

15 vigili di Como indagati per ingiurie e lesioni a 3 cittadini svizzeri

QuiComo è in caricamento