Cronaca

Via San Giacomo a Sagnino, dopo la morte di Davide Auguadro si chiede più sicurezza

Più sicurezza in via San Giacomo a Sagnino. E' quanto chiedono il capogruppo del Pdl, Marco Butti, e il consigliere di opposizione di Lista per Como, Mario Molteni. La tragica morte del ragazzo di 16 anni, Davide Auguadro, rimasto ucciso nell'urto...

via-San-Giacomo

Più sicurezza in via San Giacomo a Sagnino. E' quanto chiedono il capogruppo del Pdl, Marco Butti, e il consigliere di opposizione di Lista per Como, Mario Molteni. La tragica morte del ragazzo di 16 anni, Davide Auguadro, rimasto ucciso nell'urto contro un'auto guidata da una donna ubriaca, mentre era a bordo del suo motorino, non è caduta nel dimenticatoio di Palazzo Cernezzi, quel dimenticatoio in cui finiscono spesso e volentieri i buoni propositi dei nostri politici. Il dolore e la commozione sono ancora vivi e in consiglio comunale c'è chi è deciso a non demordere finché non verranno presi provvedimenti per rendere più sicura via San Giacomo.

LA LETTERA DI BUTTI - Il capogruppo del Pdl, Marco Butti, ha scritto all'assessore alla Viabilità Stefano Mlinari e al dirigente del settore Pierantonio Lorini: "Vi scrivo questa lettera a seguito dell'ennesimo drammatico incidente verificatosi lungo via San Giacomo, a Sagnino, lo scorso 31 agosto. Purtroppo si è trattato del terzo sinistro mortale nel corso degli ultimi 16 anni, a testimonianza dell'alto indice di pericolosità della strada, indipendentemente dalle cause di ciascun incidente. Allo stesso tempo è doveroso sottolineare come, unitamente agli incidenti mortali, gli ultimi 20 anni sono stati caratterizzati da diversi altri sinistri, alcuni anche molto gravi". Nella lettera Butti ricorda le numerose segnalazioni fatte negli anni passati circa la perciolosità della strada. Lorini ha risposto: "Ritengo che l'unico modo per evitare che i buoni propositi finiscano nel dimenticatoio sia quello di stanziare un'adeguata cifra in occasione dell'assestamento di bilancio 2010 e/o della previsione 2011per la reallizzazione di "interventi di moderazione del traffico in via San Giacomo".

LA PROPOSTA DI MOLTENI - Mario Molteni è deciso a proporre la soluzione dei dossi per limitare la velocità dei veicoli. Ieri in consiglio comunale durante la sua dichiarazione preliminare Molteni si è rivolto all'assessore Molinari e ha spiegato che "il cartello che segnala la presenza della scuola e l'attraversamento pedonale, per chi sale da Tavernola, non si vede in quanto oscurato da arbusti". Molteni ha inoltre spiegato: "Riteniamo che in via San Giacomo ci sia le necessità di almeno due dossi per limitare la velocità, uno per ogni rettilineo, in via Segantini nei pressi dell'asilo e all'altezza del parcheggio (camper) di fronte alle villette, nella zona della scuola di Mognano nei pressi dell'edificio dei garages e nel primo tratto della discesa verso Tavernola, poco dopo Nuova Mognan.

A Tavernola in via Conciliazione in prossimità della strettoia farmacia-chiesa".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via San Giacomo a Sagnino, dopo la morte di Davide Auguadro si chiede più sicurezza

QuiComo è in caricamento