menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
sdr-173

sdr-173

Via Rubini, la pezza si mette ma non si dice: spuntano altri posti moto in piazza Volta

In un modo o nell'altro, il settore Mobilità del Comune di Como riesce sempre a sorprendere. Se poi si parla di via Rubini e di piazza Volta, il colpo di scena si può considerare praticamente quotidiano. Esattamente come accaduto oggi, quando...

In un modo o nell'altro, il settore Mobilità del Comune di Como riesce sempre a sorprendere. Se poi si parla di via Rubini e di piazza Volta, il colpo di scena si può considerare praticamente quotidiano. Esattamente come accaduto oggi, quando improvvisamente si sono materializzati dal nulla 8 nuovi posti moto in piazzetta Jasca, a pochi passi dall'autosilo. Un provvedimento in sé positivo, naturalmente, e per di più - come sostenuto con forza anche "contro" lo stesso Pierantonio Lorini dal dirigente dell'Urbanistica, Giuseppe Cosenza - previsto nel progetto originario per il ridisegno di piazza Volta. Peccato, però, che della novità l'amministrazione non abbia dato alcuna notizia ufficiale (almeno finora), lasciando per così dire il piacere della scoperta ai motociclisti. Forse, anche per mettere una pezza al fiume di multe che da giorni si riversava sulle due ruote che non riuscivano a trovare spazio negli stalli di via Rubini.

Per quanto riguarda via Rubini e gli altri posti moto, le due file delle polemiche, la nuova cartellonistica posta all'imbocco della via e sull'angolo con viale Cavallotti, non sembra finora aver granché dissuaso gli automobilisti a seguire la nuova regolamentazione. Dallo scorso fine settimana in via Rubini - oltre alle categorie esplicitamente autorizzate (qui il dettaglio) - possono accedere le auto soltanto se il tabellone elettronico del Posteggio Jasca indica "libero". Con la scritta "occupato", invece, chi anche volesse attendere un posto nella struttura privata dovrebbe tirare diritto. Cosa che, però, non sembra esattamente interpretata al meglio finora, visto che anche stamattina di auto dirette all'autosilo a dispetto del tabellone con i semafori rossi se ne sono viste a decine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como: "Bambini silenzio, a mensa non si parla o prendete la nota"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento