Cronaca

Vestiti sequestrati: la Guardia di Finanza li ha regalati ai poveri

Grazie al consenso del magistrato di Milano che si è occupato dell'inchiesta e all'impegno degli uomini del Guardia di Finanza di Como, nei prossimi giorni verranno donati in beneficenza più di un migliaio di maglioni, sequestrati nel 2009...

Grazie al consenso del magistrato di Milano che si è occupato dell'inchiesta e all'impegno degli uomini del Guardia di Finanza di Como, nei prossimi giorni verranno donati in beneficenza più di un migliaio di maglioni, sequestrati nel 2009, durante le indagini riguardanti un'associazione criminale che si occupava della produzione di merce contraffatta nella provincia di Como. Solo una parte dei capi sequestrati al termine delle indagini è stata sottoposta alla distruzione.

La restante parte infatti, al momento del ritrovamento in alcuni capannoni di Albese e di Erba, si trovava in una fase intermedia della lavorazione, quindi ancora priva di etichette contraffatte. Per questo motivo non è stata necessaria la distruzione immediata di alcune maglie e molti maglioni, di lana e materiali sintetici, a cui sarebbero stati apposti successivamente simboli ed etichette di grandi marchi.

Dunque, in seguito alla conclusione delle indagini, allo svolgimento del processo e alle condanne per i tredici imputati, i capi risparmiati alla distruzione, sono stati presi in consegna dagli uomini della compagnia della Guardia di Finanza di Como, nella caserma di Albate, evitando lo spreco di circa 77 scatoloni di maglioni, Si è scelto di donarli ai più bisognosi, il prima possibile.

La Guardia di Finanza di Como ha scelto don Davide Patuelli, dell'Opera Don Guanella, per smistare e consegnare a persone indigenti i capi sequestrati. Infatti, ha subito confermato Davide Patuelli, direttore della Casa Divina Provvidenza, che oltre ai 100 anziani e 40 minori che la struttura ospita regolarmente, i maglioni saranno consegnati ai tanti senza fissa dimora che spesso mangiano e si scaldando presso il centro Don Guanella e a due gruppi di profughi, accolti a Como e a Sormano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vestiti sequestrati: la Guardia di Finanza li ha regalati ai poveri

QuiComo è in caricamento