Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Vertice paratie, fumata più nera che grigia. Il governo: "Più difficoltà del previsto"

Fumata grigia tendente al nero, questa mattina, al termine dell'incontro a Palazzo Lombardia tra Regione stessa, Struttura di Missione, Comune di Como (presente il sindaco Mario Lucini con i dirigenti Pierantonio Lorini e Tommaso Stufano) e...

Fumata grigia tendente al nero, questa mattina, al termine dell'incontro a Palazzo Lombardia tra Regione stessa, Struttura di Missione, Comune di Como (presente il sindaco Mario Lucini con i dirigenti Pierantonio Lorini e Tommaso Stufano) e Autorità di Bacino. Al termine di due ore e mezza di faccia a faccia, infatti, il rappresentante del governo Mauro Grassi ha affermato che "speravo di poter chiudere oggi, ma la vicenda si è rivelata più complessa del previsto".

"Ci sono molte cose ancora da approfondire - ha proseguito il rappresentante del governo - La strada della risoluzione del contratto in essere è ancora una delle più probabili ma anche questo deve essere verificato. Ora proseguiremo gli approfondimenti ma la materia è veramente molto complessa". Frase ribadita più volte, questa, a significare che davvero oggi le parti sono rimaste ancora piuttosto lontane da un intesa. "Non abbiamo ancora fissato una data per rivederci - ha infatti ammesso Grassi - Prima dobbiamo concludere gli approfondimenti". Evidentemente, dunque, la risoluzione del contratto con Sacaim - con gli enormi rischi legali ed economici in ballo - non è una soluzione affatto facile, e sullo sfondo resta (sebbene con percentuali minoritarie) quella di proseguire il cantiere senza nuovo appalto ma magari con una nuova perizia di variante ridotta e modificata rispetto alla terza bocciata da Anac.

Seguiranno aggiornamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertice paratie, fumata più nera che grigia. Il governo: "Più difficoltà del previsto"

QuiComo è in caricamento