rotate-mobile
Cronaca

Un vandalo, un'ubriaca e tre spacciatori: le persone pericolose e moleste che la polizia ha allontanato da Como

I Daspo urbani nel mese di aprile hanno "ripulito" il centro dalla presenza di alcuni balordi

Nel corso del mese di aprile, la polizia di Stato della questura di Como ha adottato provvedimenti di allontanamento dal centro città verso soggetti pericolosi e molesti. Durante i controlli effettuati nelle scorse settimane, sono state applicate sanzioni a cinque persone coinvolte in reati o comportamenti che hanno arrecato gravi problemi di sicurezza nell'area urbana del centro. Tra i provvedimenti adottati, spiccano due divieti di accesso alle aree urbane (i cosiddetti Daspo urbani) nei confronti di individui coinvolti in attività illecite nell'area compresa tra il Tempio Voltiano e i Portici Plinio.

Gli spacciatori del centro

Inoltre, sono stati inflitti divieti di un anno di accesso alle zone centrali della città a due giovani spacciatori bloccati in Piazza Volta, insieme a un terzo individuo che li supportava nell'attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'ubriaca molesta

Un'altra sanzione significativa è stata applicata alla donna di 47 anni originaria della Tanzania, che si è resa responsabile di comportamenti violenti nei confronti degli agenti, durante un arresto per ubriachezza e disturbo della quiete pubblica in centro città. A seguito di tali azioni, le è stato imposto un divieto di accesso alle aree urbane per un anno.

Il distruttore di auto

Infine, un giovane di 23 anni di origini moldave, residente a Como, è stato sottoposto a un divieto di accesso alle aree urbane per sei mesi dopo aver danneggiato un'autovettura NCC nel centro della città utilizzando una spranga di ferro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un vandalo, un'ubriaca e tre spacciatori: le persone pericolose e moleste che la polizia ha allontanato da Como

QuiComo è in caricamento