rotate-mobile
Mercoledì, 26 Giugno 2024
Cronaca

Tragedia in Svizzera, morti investiti da una valanga due alpinisti lecchesi

Avevano 49 e 30 anni

Nella mattinata di domenica 19 maggio due alpinisti sono stati sommersi da una valanga sul Pigne d'Arolla, cima con vetta a 3.787 metri, tra il Cervino e il Grand Combin. Sono due sportivi residenti a Lecco i due uomini morti nella giornata di iei domenica 20 maggio sulle Alpi svizzere mentre stavano praticando scialpinismo. In base a quanto si è potuto finora apprendere, le vittime della tragedia in montagna sono Valentino Alquà, 49 anni, impegnato come amministrativo nel Soccorso alpino, e Massimo Ratti, trentenne, componente del gruppo Asen Park di Ballabio.

Valentino Alquà (foto da Facebook).

Resta da stabilire la causa scatenante della slavina. La notizia è giunta in tarda mattinata a Lecco, dove la comunità è ora sotto choc. 

Massimo Ratti (foto da Facebook).

Stando alle prime informazioni disponibili, al momento dell'incidente in montagna, Alquà e Ratti si trovavano con una terza persona, riuscita a dare l’allarme ai soccorritori. Sul luogo della slavina sono presto intervenuti i soccorritori svizzeri con l’elicottero della compagnia Air Glaciers. Ma per i due scialpinisti lecchesi, residenti nel rione di Germando, non ci sarebbe stato purtroppo più nulla da fare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in Svizzera, morti investiti da una valanga due alpinisti lecchesi

QuiComo è in caricamento