Uova e nido affondano: la disperazione di mamma cigno e l'inutile lotta contro il lago

L'intera covata è andata perduta, inghiottita dall'acqua del lago. Una scena straziante (ma questa è madre natura) si è consumata questa mattina sul lungolago, nel cantiere delle paratie, dove mamma e papà cigno avevano fatto il nido e deposto le...

 

L'intera covata è andata perduta, inghiottita dall'acqua del lago. Una scena straziante (ma questa è madre natura) si è consumata questa mattina sul lungolago, nel cantiere delle paratie, dove mamma e papà cigno avevano fatto il nido e deposto le loro sette uova. Il livello del lago è salito e il nido non ha retto. Per ore e ore mamma cigno ha cercato di lottare contro il lago che a poco a poco, inesorabile, è arrivato ad avvolgere e infine ad affondare la speranza di nuovi sette piccoli anatroccoli mai nati. Il cigno ha covato fino all'ultimo le uova su un nido ormai galleggiante. Fino all'ultimo secondo ha cercato di opporsi al triste destino infilando qua e là nuovi ramoscelli per rinsaldare il nido. Tutto vano. Nel video di Quicomo il momento in cui mamma cigno dopo averle tentate tutte si arrende e abbandona le uova ormai completamente in acqua.

"E' davvero un peccato - commenta Gianluigi Luraschi, delegato comasco della Lipu (Lega italiana protezione uccelli - ma sono quasi certo che la coppia di cigni sceglierà un nuovo punto della riva dove costruire un nuovo nido per una seconda covata. A essere sinceri penso sia meglio che questa tragica fine sia sopraggiunta adesso che le uova non erano ancora schiuse. Se il lago fosse salito tra qualche giorno avrebbe inghiotti i piccoli anatroccoli già in vita".

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento