Cronaca Viale Geno, 1

Como, guasto al robot dei vigili del fuoco: sospese le ricerche dell'uomo che si è buttato dal battello

In corso le riparazioni direttamente nella base allestita in viale Geno

Il mezzo dei sommozzatori dei vigili del fuoco in viale Geno

Sono sospese da due giorni le ricerche del corpo dell'uomo caduto da un battello della Navigazione Lago di Como venerdì 22 settembre 2017, intorno alle 10.30, nello specchio d'acqua tra Cernobbio e Blevio.

Le operazioni dovevano riprendere lunedì 25 settembre, ma sono state interrotte a causa di un guasto del robot subacqueo dotato di telecamera ed ecoscandaglio: nell'apparecchiatura, infatti, sarebbe rimasta impigliata una lenza da pesca e questo ne avrebbe compromesso il funzionamento. 

Nelle foto di martedì 26 settembre, i mezzi dei vigili del fuoco e dei sommozzatori posizionati all'inizio di viale Geno, di fronte a piazza Matteotti, dove è stato allestito un punto base di appoggio per le ricerche: i tecnici stanno infatti cercando di riparere il robot in loco, senza doverlo spostare, in modo da guadagnare tempo.

La speranza di trovare l'uomo in vita è venuta meno qualche ora dopo l'allarme lanciato da alcuni testimoni che lo hanno visto buttarsi volontariamente dal natante nello specchio d'acqua tra Cernobbio e Blevio. Addirittura qualche testimone racconta di averlo visto lanciarsi in acqua trattenendo nelle mani un grosso peso, quasi a voler essere sicuro di non riemergere. Dunque, si sarebbe tratto di suicidio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, guasto al robot dei vigili del fuoco: sospese le ricerche dell'uomo che si è buttato dal battello

QuiComo è in caricamento