menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una piccola notizia, un grande risultato di squadra. Ecco i parcheggi per disabili al Bassone

Una piccola notizia, un grande risultato di squadra. Ecco i parcheggi per disabili al Bassone

Una piccola notizia, un grande risultato di squadra. Ecco i parcheggi per disabili al Bassone

Ci sono notizie piccole, se si vuole, ma grandi al tempo stesso. La seguente è una di quelle. Perché come ci comunica l'Associazione Italiana Lotta agli Abusi, da qualche ora sono stati disegnati davanti alla carcere del Bassone i posti per...

Ci sono notizie piccole, se si vuole, ma grandi al tempo stesso. La seguente è una di quelle. Perché come ci comunica l'Associazione Italiana Lotta agli Abusi, da qualche ora sono stati disegnati davanti alla carcere del Bassone i posti per disabili della cui mancanza ci eravamo occupati con questo articolo del primo agosto scorso grazie alla segnalazione di Massimiliano Bellini e Ada Orsatti a nome dell'Aila e del gruppo Facebook "Fotografa L'Impostore".

"Battaglia vinta! Anche il Bassone - si legge nella nota dell'Aila - finalmente avrà due posteggi dedicati ai disabili! Anche loro da adesso sono a norma di legge".

"Noi del gruppo Facebook Fotografa l'impostore e dell'associazione AILA di Ada Orsatti siamo ben lieti di aver scoperchiato la pentola in modo efficace anche se vogliamo dirla tutta è stato solo l'atto finale ("la spallata finale") abbattendo gli ultimi ostacoli burocratici di una lunga battaglia portata avanti da un appuntato della polizia penitenziaria di Como che non si è mai dato per vinto in questa lotta di civiltà in cui credeva fermamente - aggiunge Massimiliano Bellini - Questo significa che tutti i cittadini anche un semplice appuntato della Polizia Penitenziaria può contribuire al miglioramento dei servizi e a rendere più vivibile la nostra bella Italia. Il Bassone aspettava il posto per disabili da 35 anni e dopo relazioni su relazioni e grazie al consigliere comunale Luigi Nessi siamo riusciti a sanare questa vergogna".

La cronaca di una piccola-grande vittoria giornalistica perché ci siamo occupati del caso come Quicomo/Comozero? No, se non per un pezzettino piccolo. Perché l'associazione e promotori dell'iniziativa social segnalano l'ottimo lavoro di gruppo su questa vicenda, con i ringraziamenti per Andrea Turolla (Polizia Penitenziara) e per tre politici di schieramenti assolutamente trasversali (Nicola Molteni della Lega Nord, il sindaco di Como Mario Lucini e il consigliere comunale di Paco-Sel Luigino Nessi). Un obiettivo comune, un risultato rapido e soddisfacente per tutti. La speranza che non resti un caso isolato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento