Cronaca

Un Conte Mascetti moderno: vita da nababbo e niente soldi. Così l'hotel piazza una fotosegnaletica

Come il conte Mascetti (Ugo Tognazzi in Amici Miei) ha fatto il "rigatino". Ha gozzovigliato per tre giorni nella suite più costosa di un albergo di Ascona, sul Lago Maggiore, in Ticino, a due passi da Locarno. Ha fatto il brillante: pasti da...

Un Conte Mascetti moderno: vita da nababbo e niente soldi. Così l'hotel piazza una fotosegnaletica

Come il conte Mascetti (Ugo Tognazzi in Amici Miei) ha fatto il "rigatino". Ha gozzovigliato per tre giorni nella suite più costosa di un albergo di Ascona, sul Lago Maggiore, in Ticino, a due passi da Locarno. Ha fatto il brillante: pasti da nababbo, champagne per tutti, strette di mano e sorrisi. "Segnate tutto sul mio conto", diceva. E in albergo non hanno avuto motivo di dubitare - come tacconta TicinoOnLine - l'uomo aveva presentato un documento di identità regolare. Poi, all'ultimo giorno, nel momento in cui si è trattato di pagare il bluff è stato scoperto. Il cliente non aveva un franco. Così sul posto è arrivata la polizia: "Gli agenti, dopo averlo interrogato, ci hanno detto che quest'uomo ha già dei precedenti in Svizzera interna e che non si può fare nulla perché ormai non ha soldi - raccontano dall'hotel a TicinoOnLine - E così abbiamo deciso almeno di appendere questi manifesti. Prima di tutto per fare in modo che non ritorni. E poi per mettere in guardia i nostri colleghi albergatori. Non vogliamo che altra gente caschi nella sua trappola". Un cartello molto chiaro (click sulla foto concessa da TicinoOnLine a fianco) dove l'hotel, in più lingue, scrive:

"Caro ospite. La informiamo che il signore su questa foto non è ospite del nostro hotel. La preghiamo di informare la reception se vede questo signore nel nostro hotel". È il testo che compare, in ben quattro lingue e con tanto di foto del diretto interessato, su un manifesto appeso in vari angoli di un albergo di Ascona. L'uomo in questione è un cittadino svizzero di origine srilankese che avrebbe una strana abitudine. Dorme e mangia come un pascià negli hotel più costosi, per poi alla fine non pagare il conto. "È accaduto anche a noi - spiega la responsabile del 'tre stelle' asconese -. Abbiamo pure fatto intervenire la polizia".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Conte Mascetti moderno: vita da nababbo e niente soldi. Così l'hotel piazza una fotosegnaletica

QuiComo è in caricamento