Cronaca

Un altro inseguimento in città: forzano il posto di blocco e speronano una volante

Un altro rocambolesco inseguimento nella notte a Como. In via Cetti un'auto della polizia della Questura incrocia un'auto che procede a forte velocità A bordo ci sono quattro giovani. Inizia l'inseguimento a sirene spiegate. Gli agenti richiedono...

polizia-albate-gen16-1

Un altro rocambolesco inseguimento nella notte a Como. In via Cetti un'auto della polizia della Questura incrocia un'auto che procede a forte velocità A bordo ci sono quattro giovani. Inizia l'inseguimento a sirene spiegate. Gli agenti richiedono l'intervento di un'altra auto in loro aiuto la quale pochi minuti dopo riesce a sbarrare la strada ai fuggitivi. Ma il giovane al volante preme il piede sull'acceleratore e forza il posto di blocco speronando la macchina della polizia. I poliziotti riescono a schivare l'impatto gettandosi ai bordi della strada. L'inseguimento continua ma si interrompe poco dopo in una zona boschiva dove l'auto dei fuggitivi rimane bloccata nel fango. Inutile la fuga a piedi: i poliziotti riescono ad acciuffarli tutti e quattro.

Il conducente dell'auto, 28 anni, risulta avere con varie condanne per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale, guida sotto l'effetto di alcool e divieto a partecipare ad associazione sportive: è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, inosservanza ai provvedimenti di autorità in concorso, lesioni personali aggravate e guida in stato di ebrezza. E' stato inoltre sanzionato per manovre pericolose, mancato alt e mancata esibizione della patente di guida.

I passeggeri: due 24enni (uno già condannato per spaccio di stupefacenti e denunciato per reati contro il patrimonio e la persona, oltre che sequestro di persona a scopo di rapina, l'altro già denunciato per danneggiamento ed invasione di terreni edificabili) sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale, inosservanza ai provvedimenti dell'autorità in concorso e lesioni personali aggravate. Infine un giovane di 21 anni già denunciato per guida sotto l'influenza di alcool, condanna per stupefacenti e divieto di ritorno nel Comune di Como: oltre ad essere denunciato per gli stessi reati dei suoi tre compagni è stato anche denunciato per inosservanza al divieto di ritorno nel Comune di Como.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un altro inseguimento in città: forzano il posto di blocco e speronano una volante

QuiComo è in caricamento