Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Ultime notizie don Mangiacasale: no agli arresti domiciliari

Dopo il parere contrario del pm rispetto alla richiesto di arresti domiciliari per don Marco Mangiacasale, anche il gip Maria Luisa Lo Gatto si espressa: negata la richiesta. Il motivo non è stato reso noto, ma potrebbe essere forse legato al...

Dopo il parere contrario del pm rispetto alla richiesto di arresti domiciliari per don Marco Mangiacasale, anche il gip Maria Luisa Lo Gatto si espressa: negata la richiesta. Il motivo non è stato reso noto, ma potrebbe essere forse legato al rischio di inquinamento delle prove. Don Mangiacasale resta in cella al carcere Bassone. Intanto la sua posizione si complica e sembra aggravarsi. Mercoledì 14 marzo 2012 sono state presentate altre tre denunce contro di lui, sempre da parte di ragazzine minorenni con le quali don Mangiacasale avrebbe avuto relazioni di natura sessuale. L'età delle giovani è più o meno la stessa della prima ragazzina dalla quale è partita l'inchiesta. Tutte dovrebbero avere attualmente circa 16 o 17 anni anni, ma i primi approcci di don Marco sarebbero avvenuti tempo addietro, quando il prete era parroco dell'oratorio di San Giuliano. In Procura saranno ascoltate anche le amiche delle quattro ragazzine.

"E' ovviamente molto provato - ha fatto sapere ieri Renato Papa, avvocato di don Marco - ma essendo reo confesso sa bene che c'è un prezzo che deve pagare e che il giudice avrebbe potuto negare gli arresti domiciliari. Del resto la decisione del giudice è comprensibile, soprattutto alla luce dei nuovi elementi emersi. Le indagini sono ancora in una fase embrionale. C'è quindi pieno rispetto per la decisione del giudice".

Don Marco ha ammesso tutto nel primo interrogatorio avvenuto lunedì 12 marzo 2012 nel carcere Bassone di Como dove si trova detenuto. Il suo avvocato dopo l'interrogatorio aveva detto che "il comportamento di don Mangiacasale è stato ampiamente ammissivo". Ora che in Procura sono giunte tre nuove denunce si capisce, forse, l'utilizzo di quel termine - "ampiamente" - che forse doveva lasciare già intendere la possibilità che emergessero nuovi elementi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultime notizie don Mangiacasale: no agli arresti domiciliari

QuiComo è in caricamento