Cronaca

Turismo, il 2010 è l’anno dell’invasione dei cinesi: +75%

Quest'anno il turismo sul Lago di Como parla mandarino: i cinesi in visita nei nostri lugohi sono aumentati del 75% rispetto all'anno scorso. E' quanto emerso dai dati forniti dall'amministrazione provinciale di Como. Occhi a mandorla a parte, la...

Quest'anno il turismo sul Lago di Como parla mandarino: i cinesi in visita nei nostri lugohi sono aumentati del 75% rispetto all'anno scorso. E' quanto emerso dai dati forniti dall'amministrazione provinciale di Como. Occhi a mandorla a parte, la stagione turistica 2010 fa segnare nel complesso un + 7%: nei primi sei mesi sono stati registrati 410mila arrivi contro i 383mila del 2009. Il 30% di italiani, il restante 70% di stranieri, in prevalenza tedeschi. Ma vediamo nel dettaglio i dati più significativi

L'INVASIONE DEI CINESI Nei primi sei mesi dell'anno scorso sono venuti in vacanza sulle sponde del lago 1.350 cinesi. Quest'anno sono già a quota 2.700, per un totale di 4.600 pernottamenti contro i 2.600 dell'anno prima. Numeri, questi, che hanno stupito non poco gli addetti ai lavori, tanto è vero che in termini di percentuali quello dei visitatori provenienti dal Sol Levante rappresenta il dato in maggiore aumento. Ma qual è l'identikit del cinese in vacanza sul Lario? "Non rappresentano ancora una fascia di mercato di lusso - ha spiegato il presidente degli albergatori di Como e provincia, Alberto Proserpio - infatti nelle nostre strutture a 4 e 5 stelle praticamente non se ne vedono. Prediligono, piuttosto, le strutture più economiche, come le pensioni e gli hotel a 3 stelle". Generalmente non si tratta di turisti sedentari e Como per loro rappresenta solo una tappa intermedia in un tour che tocca diverse località italiane. "Per quanto riguarda il nostro territorio - ha spiegato l'assessore provinciale al Turismo, Achille Mojoli - i prezzi delle strutture ricettive incentivano senz'altro i soggiorni, seppur brevi, dei turisti con meno possibilità di spesa. Infatti, i prezzi sono rimasti stabili rispetto alla scorsa stagione. E' anche grazie a questo aspetto che è stata possibile una ripresa del mercato americano, con un segno positivo di +5%. Non dimentichiamoci - ha precisato Mojoli - che gli americani rappresentano la maggioranza dei clienti delle strutture a 4 e 5 stelle, ma negli ultimi due anni erano calati parecchio. Finalmente c'è una ripresa"

IL RECORD E' DEI TEDESCHI Se in termini percentuali i cinesi fanno registrare un aumento che non ha eguali tra le altre Nazioni di provenienza, i tedeschi sono decisamente i più numerosi: nel primo semestre 2009 ne erano venuti in vacanza sul Lago di Como 45mila e avevano pernottato per 119mila notti. Quest'anno sono saliti a 51mila arrivi e 140mila pernottamenti. Un incremento che si stima intorno al 17%. In definitiva i tedeschi rappresentano il 15% del totale dei turisti stranieri. Crescono anche, e non di poco, gli inglesi: da 19 mila sono passati a 23mila, rappresentando così, la seconda nazionalità per numero di turisti sul lago (10% del totale).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, il 2010 è l’anno dell’invasione dei cinesi: +75%

QuiComo è in caricamento