Furto con truffa delle monetine: uomo derubato del borsello in centro Como

Pochi spiccioli a terra per distrarre la vittima e rubare dall'auto

Repertorio

Lo ha distratto facendogli credere di aver perso delle monetine, poi gli ha rubato il borsello appoggiato sul sedile del passeggero. Brutta avventura in centro Como martedì 24 aprile 2018 per un uomo residente in via Petrarca.

L'uomo, disabile per alcune difficoltà motorie ma comunque in grado di guidare, aveva appena prelevato diverse centinaia di euro alla Deutsche Bank vicino alla Posta Centrala. Poi è salito in auto, appoggiando il borsello con i soldi sul sedile del passeggero. 
Poco prima di mettere in moto, ha sentito bussare con insistenza al vetro dalla parte del guidatore. Voltandosi, si è trovato davanti un uomo con in mano una moneta. "Non do soldi", ha risposto l'uomo alla guida accingendosi a partire, ma l'insistenza del questuante glielo ha impedito. 
Allora ha aperto la portiera per capire il motivo della richiesta: al che l'uomo ha indicato alcune monete accanto alla ruota posteriore del veicolo. Il tempo di sporgersi, vedere le monetine a terra e dire di non essere interessato che l'uomo era sparito, insieme al borsello con dentro soldi e chiavi di casa.

Oltre al danno, dunque anche la beffa. Per poter rientrare nella propria abitazione di via Petrarca, l'uomo ha dovuto chiamare i vigili del fuoco che calandosi dal tetto hanno sfondato una finestra per potergli aprire la porta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Como, cosa aspettarsi dal nuovo Dpcm del 16 gennaio: spostamenti, coprifuoco, ristoranti e palestre

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

Torna su
QuiComo è in caricamento