Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Truffa con il mobile "magico": 4 denunciati a Cernobbio

Un mobile "magico": un uomo nascosto dentro spostava i soldi da un cassetto all'altro sostituendo quelli veri con quelli falsi. Così i quattro rom di origine serba, domiciliati in un campo nomadi di Milano, portavano a segno da circa otto anni...

tavolo-magico-1

Un mobile "magico": un uomo nascosto dentro spostava i soldi da un cassetto all'altro sostituendo quelli veri con quelli falsi. Così i quattro rom di origine serba, domiciliati in un campo nomadi di Milano, portavano a segno da circa otto anni truffe ai danni soprattutto di stranieri. Gli incontri con le vittime, però, avvenivano sul Lago di Como. I carabinieri dell'aliquota operativa di Como e i colleghi della stazione di Cernobbio hanno scoperto la banda e il loro ingegnoso modo di truffare. Il primo settembre marito e moglie austriaci hanno denunciato una truffa. Si erano incontrati con i truffatori per vendere alcuni orologi preziosi per un valore totale di 160mila euro. L'incontro è avvenuto in una sala affittata dalla banda all'Hotel Asnigo di Cernobbio. Nella sala c'era un mobile che non faceva parte dell'arredamento originale dell'albergo. Si trattava di un mobiletto con 9 cassetti dei quali solo due erano veri. tavolo-magico-2Il mobile, perfettamente smontabile e pieghevole in pochi minuti (fino a diventare portatile come fosse una valigia) aveva all'interno un complice. Così, tre uomini trattavano l'affare, mentre un quarto era nascosto nel mobile. Da un cassetto tiravano fuori i soldi veri cosicché le vittime potevano contarli e verificare che fossero veri (con tanto di macchinetta conta soldi e di macchinetta per verificarne l'autenticità). Poi rimettevano i soldi nel cassetto, il complice da dentro il mobile sostituiva il denaro vero con quello falso. Molto furbescamente il denaro falso recava la scritta fac-simile su ogni banconota, scritta che era però nascosta da una fascetta di carta. In questo modo i 4 truffatori sapevano di evitare, se scoperti, l'accusa di contraffazione di denaro.

A seguito della denuncia dei due austriaci i carabinieri hanno avviato le indagini arrivando a pedinare i quattro truffatori fino al giorno (5 settembre) in cui hanno tentato una nuova truffa ai danni di un cittadino tedesco nella medesima stanza d'albergo. I carabinieri una volta fatta irruzione nella stanza hanno trovato solo 3 degli uomini pedinati. hanno capito che il quarto era nascosto nel mobile.

Il mobile è stato acquistato su internet a 250 euro. All'interno il complice nascosto usava addirittura uno piccolo sgabello per stare più comodo. Sembra che uno degli uomini della banda vistosi scoperto abbia affermato: "Non preoccupatevi, è solo una truffa, ma non truffiamo italiani".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa con il mobile "magico": 4 denunciati a Cernobbio

QuiComo è in caricamento