Trattore, cavalletti, niente strisce: divieto per il 3, ma nessuno posteggia. Il Comune si stupisce

Un trattore con rimorchio parcheggiato e una sfilza ininterrotta di cavalletti da cantiere dall'ingresso dello stadio Sinigaglia fino allo slargo antistante il Monumento ai Caduti. Eppure, secondo il Comune di Como - interpellato - è stato...

Un trattore con rimorchio parcheggiato e una sfilza ininterrotta di cavalletti da cantiere dall'ingresso dello stadio Sinigaglia fino allo slargo antistante il Monumento ai Caduti. Eppure, secondo il Comune di Como - interpellato - è stato superficiale chi non ha parcheggiato nella zona perché la segnaletica era correttissima e per nulla depistante. A guardare quanto accaduto sul lato sinistro di viale Vittorio Veneto, potrebbe persino non essere infondata la spiegazione tecnica di Palazzo Cernezzi, fatto sta che oggi, dall'altra parte della strada, praticamente nessun automobilista ha avuto "il coraggio" di lasciare l'auto in sosta. I cartelli - moltissimi: all'inizio della via, appesi al nastro di cantiere tra gli alberi e sulle transenne - indicano correttamente che il divieto di sosta, causa Giro di Lombardia, sarà in vigore dal prossimo 3 ottobre (sabato). Ma, nel contempo, risulta difficile biasimare gli automobilisti che, sorpassato il bizzarro trattore verde, oggi non hanno avuto la temerarietà di infilare la propria auto, peraltro pagando, tra un cavalletto e l'altro ogni 1o metri, nel tripudio di cartelli tra cui uno indicante un seminascosto "cartello con pennello" e senza nemmeno l'ausilio della segnaletica, cancellata dalla fresca asfaltatura del tratto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

Torna su
QuiComo è in caricamento