rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Cronaca

Traffico di clandestini, 200 eritrei tra Italia e Svizzera in sette mesi

Sarebbero circa 200 gli immigrati clandestini (per lo più di nazionalità eritrea) aiutati ad oltrepassare illegalmente il confine tra Italia e Svizzera. Nei guai sono finiti due cittadini tunisini residenti in Italia che sono stati arrestati e...

Sarebbero circa 200 gli immigrati clandestini (per lo più di nazionalità eritrea) aiutati ad oltrepassare illegalmente il confine tra Italia e Svizzera. Nei guai sono finiti due cittadini tunisini residenti in Italia che sono stati arrestati e rinviati a giudizio nell'ambito dell'inchiesta denominata "Blu", eseguita congiuntamente dalla Polizia Cantonale e dalle Guardie di Confine e coordinata dalla procuratrice svizzera Chiara Borelli. I due tunisini hanno 30 e 31 anni. Sono accusati di avere agevolato il transito attraverso la dogana dall'Italia alla Svizzera di circa duecento persone di nazionalità eritrea le quali pagavano per l'auto dai 250 ai 300 euro a testa.

L'indagine ha inoltre permesso di chiarire che i due arrestati facevano parte di un gruppo con ramificazioni in Italia e nel Nord Africa, da dove iniziava il viaggio della speranza per queste persone intenzionate in particolare a raggiungere la Svizzera e le nazioni del Nord Europa per ricongiungersi con parenti. Le entrate illegali erano anticipate da controlli di staffette per eludere i controlli delle Guardie di confine e della Polizia cantonale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di clandestini, 200 eritrei tra Italia e Svizzera in sette mesi

QuiComo è in caricamento