Tra novità e mugugni: primo rinfresco nuziale (gratis) nel cortile d'onore del Comune

  C'è davvero sempre una prima volta. Anche nella pur centenaria storia di Palazzo Cernezzi, inteso proprio come edificio. Questa mattina, infatti, un unico argomento passa di bocca in bocca tra le centinaia di dipendenti e visitatori del...

C'è davvero sempre una prima volta. Anche nella pur centenaria storia di Palazzo Cernezzi, inteso proprio come edificio. Questa mattina, infatti, un unico argomento passa di bocca in bocca tra le centinaia di dipendenti e visitatori del Comune di Como: l'inedito assoluto che vede un banchetto per rinfreschi, con annesso caratteristico carretto retrò addobbato con palloncini bianchi, nel cuore del cortile antico. Il "pissi-pissi-bao-bao" - non senza mugugni e perplessità - sin da metà mattina è stato irrefrenabile. E, alla fine, la vicenda si è abbastanza definita. In sostanza, due sposi - oggi chiamati al sì "civile" - hanno inoltrato la richiesta di poter allestire il rinfresco post-cerimonia al capo di Gabinetto, Valeria Guarisco. Questo perché, in realtà, la prima scelta di Villa Olmo è stata respinta dall'amministrazione a causa dell'allestimento in corso per la prossima grande mostra. Anche per questo motivo agli sposi - dinastia Cartocci lei, dinastia Turba lui - è stata concessa gratuitamente l'occupazione del suolo.

Davanti alla richiesta - la prima della storia, a memoria di quasi tutti i bisbiglianti dipendenti - Valeria Guarisco ha detto sì, "in forma sperimentale". Oggi si tireranno le somme su reazioni popolari e interne. Poi l'amministrazione valuterà se, in un certo senso, istituzionalizzare la possibilità dei momenti conviviali e nuziali nei proprio spazi all'aperto o se l'esperienza di questa mattina resterà inimitata nei secoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

Torna su
QuiComo è in caricamento