Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bonifica Ticosa, sgomberati gli immigrati: "Ora siamo in mezzo a una strada"

Blitz delle forze dell'ordine, polizia, carabinieri e polizia locale questa mattina sull'area ex Ticosa. Ha preso il via il cantiere per la bonifica del sottosuolo e per l'occasione le forze dell'ordine hanno dovuto affiancare gli operai per...

Blitz delle forze dell'ordine, polizia, carabinieri e polizia locale questa mattina sull'area ex Ticosa. Ha preso il via il cantiere per la bonifica del sottosuolo e per l'occasione le forze dell'ordine hanno dovuto affiancare gli operai per sgomberare l'area dai numerosi immigrati senza tetto, per lo più provenienti dalla Romania, che abitavano sul terreno dell'ex Ticosa. Alcuni abitavano negli anfratti sotto via Grandi, altri, invece, avevano trovato il loro riparo in una grande cella frigorifera abbandonata che è stata rimossa oggi dagli operatori del Comune sotto la sorveglianza della polizia. Intanto gli immigrati, appartenenti alla Unione Europea e quindi legittimati a rimanere in Italia anche se non hanno una fissa dimora, sono rimasti a guardare mentre tutte le loro cose venivano raccolte e rimosse per essere buttate via.

Si tratta di persone - per lo più giovani uomini e donne - provenienti dalla Romanie, ma ci sono anche slavi e polacchi. Vivono di espedienti, per lo più di elemosina. Suonano la fisarmonica nelle strade o chiedono l'obolo ai semafori. Uno di loro ha raccontato di trovarsi a Como da 4 anni e che prima di venire sull'area Ticosa aveva trovato riparo nell'edificio abbandonato vicino al Blockbuster. In seguito alla chiusura di tale edificio da parte della proprietà ha poi trovato riparo in Ticosa: "Ora che ci hanno cacciato da qui siamo di nuovo in mezzo alla strada. Dovremo trovare un altro riparo".

L'area è stata recintata e a breve saranno soppressi i posteggi a strisce blu per permettere i lavori di bonifica che richiederanno circa 6 mesi. Si tratta di una delicata operazione che permetterà di risanare il sottosuolo del terreno che è impregnato di sostanze inquinanti derivanti da decenni di attività della tintostamperia Ticosa, abbattuta nel 2007.

Si parla di

Video popolari

Bonifica Ticosa, sgomberati gli immigrati: "Ora siamo in mezzo a una strada"

QuiComo è in caricamento