rotate-mobile
Cronaca Inverigo

Tentato omicidio a Inverigo, preso a coltellate per un cellulare da 400 euro: arrestato 73enne

Intervenuti i carabinieri di Cantù

L'incredibile storia che ha portato all'arresto per tentato omicidio di un 73enne di Inverigo è cominciata qualche giorno fa quando un milanese di 59 anni ha acquistato da lui, su un noto sito online, un cellulare pagandolo circa 400 euro. Il telefonino però non funzionava bene e, dopo averlo fatto controllare in un negozio specializzato, è risultato non censito e con ogni probabilità clonato. Il 59enne per cercare di riavere i suoi soldi ha finto di comprare, sempre dallo stesso venditore e sullo stesso sito, un'affettatrice, dicendo che sarebbe andato a ritirarla di persona. Quando ieri 18 maggio è arrivato a Inverigo a casa del 73enne ha cercato di riavere indietro i 400 euro del telefono e di restituirlo ma per il venditore tutto funzionava bene.

La violenta lite è scoppiata quando il milanese, come una sorta di risarcimento, ha cercato di prendere l'affettatrice. Il 73enne, pregiudicato, ha impugnato un grosso bastone per colpirlo ma, non riuscendoci, ha tirato fuori un coltello da cucina con cui ha pugnalato al collo la vittima. Il milanese si era fatto accompagnare dal figlio che ha chiamato i soccorsi che sono arrivati in codice rosso. Fortunatamente l'uomo è stato subito medicato e la ferita tamponata. Intervenuti i carabinieri di Cantù che hanno arrestato il 73enne per tentato omicidio e denunciato per tuffa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio a Inverigo, preso a coltellate per un cellulare da 400 euro: arrestato 73enne

QuiComo è in caricamento