Cronaca

Telecamere di sicurezza nei negozi, nasce il filo diretto con le forze dell'ordine

Vedere una rapina in tempo reale per sapere, così, come intervenire nel migliore dei modi. Ora le forze dell'ordine hanno questa possibilità, grazie al protocollo d'intesa sottoscritto con le associazioni di imprese commerciali e artigiane questa...

prefettura-protocollo-mille-occhi

Vedere una rapina in tempo reale per sapere, così, come intervenire nel migliore dei modi. Ora le forze dell'ordine hanno questa possibilità, grazie al protocollo d'intesa sottoscritto con le associazioni di imprese commerciali e artigiane questa mattina nella sede della Prefettura di Como in via Volta.

L'accordo prevede la possibilità per gli esercenti delle attività artigiane e commerciali di installare un servizio di videosorveglianza collegato direttamente con le sale operative della polizia e dei carabinieri. Il titolare o il dipendente dell'attività in caso di rapina potrà premere un pulsante che in automatico attiverà il sistema di videosorveglianza che avviserà in tempo reale le forze dell'ordine. In questo modo polizia o carabinieri potranno vedere il tipo di reato che si sta consumando, le modalità e il numero di malfattori che lo stanno perpetrando. Con una videocamera esterna collegata al sistema sarà anche possibile vedere le modalità di fuga.

Lo speciale sistema di videosorveglianza sarà gestito dalla Securshop Srl di Treviglio al costo di 1290 euro per cinque anni se l'esercizio commerciale è già munito di un sistema di sorveglianza (ogni telecamera costerà 100 euro).

Alla firma del protocollo erano presenti , oltre al prefetto Bruno Corda e ai rappresentanti delle forze dell'ordine, anche i rappresentanti delle categorie firmatarie (Confartigianato Como, CNA, Confcommercio, Confesercenti e Camera di Commercio).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamere di sicurezza nei negozi, nasce il filo diretto con le forze dell'ordine

QuiComo è in caricamento