Tappeto anti-trauma pericoloso a Civiglio, genitori in Comune. Magni: "Lo toglieremo"

Rimozione e (forse, ma l'ipotesi è la più difficile) sostituzione. Oppure, nell'ipotesi minima, nuova semina a verde della superficie. La questione è quella di cui abbiamo dato conto con questo articolo e relativa al tappeto teoricamente...

sdr-2

Ne è nato, quindi, un incontro diretto tra la stessa Marzorati, i genitori presenti e il vicesindaco Silvia Magni che si sono confrontati sulla vicenda nella Sala Stemmi. In quella sede è stata dapprima letta integralmente e poi consegnata la petizione con le 87 firme raccolte per l'eliminazione del tappeto malconcio, poi è toccato al vicesindaco spiegare i possibili interventi nel breve periodo. "La questione, in realtà, è di competenza del settore Parchi e Giardini (che fa capo all'assessore Daniela Gerosa, però questa sera assente ndr) - ha spiegato Silvia Magni alle mamme, in un clima comunque assolutamente disteso - Comunque mi impegno a segnalare la questione. Credo, ad ogni modo, che una volta valutata la situazione pericolosa si possa rimuovere come minimo il tappeto per poi valutare se sostituirlo oppure semplicemente seminare nuova erba in quella parte di superficie. Tengo a precisare che non ci siamo dimenticati di voi, ma spesso è difficile intervenire perché abbiamo tantissimi casi ancora più difficili e poche risorse per farvi fronte". L'incontro, comunque, dopo circa un quarto d'ora è terminato con la promessa che l'amministrazione interverrà a breve.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

Torna su
QuiComo è in caricamento