menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tangenziale, Maroni: "Contrario al pedaggio, ma deve decidere Roma entro una settimana"

Tangenziale, Maroni: "Contrario al pedaggio, ma deve decidere Roma entro una settimana"

Tangenziale, Maroni: "Contrario al pedaggio, ma deve decidere Roma entro una settimana"

Il governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni, interviene sul caso del pedaggio per la Tangenziale di Como ma - di fatto - rimanda ogni decisione al governo Renzi. "Su tangenziali e Pedemontana il pedaggio venne deciso dal Cipe tanti anni...

Il governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni, interviene sul caso del pedaggio per la Tangenziale di Como ma - di fatto - rimanda ogni decisione al governo Renzi. "Su tangenziali e Pedemontana il pedaggio venne deciso dal Cipe tanti anni fa. Io sono d'accordo che non debbano essere pagate, soprattutto fino a quando non sono completate del tutto, ma chi decide e' il Governo, non noi". Lo ha ricordato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, a margine della cerimonia di inaugurazione della Variante di Arcisate-Bisuschio, presso il Comune di Arcisate (Varese). Come Regione, ha ricordato il governatore, "abbiamo sospeso il pedaggio fino alla fine di ottobre, assumendocene gli oneri, ma di più non possiamo fare. Ho già chiesto al Ministero delle Infrastrutture di riportare al Cipe la questione, per autorizzare la gratuità, tenendosi a carico i costi del pedaggiamento. Mi auguro di avere una risposta entro una settimana". Insomma, almeno nella lettura di Maroni, se i comaschi pagheranno o meno per i 2,4 chilometri della nuova infrastruttura dipenderà unicamente dalle scelte romane.

Nel contempo, comunque, il 29 ottobre prossimo il Comitato No Pedaggio che riunisce una trentina di sindaci del territorio contrari al balzello sarò proprio in Regione per partecipare attivamente alla riunione della Commissione Trasporti e confrontarsi sullo stesso tema. La mobilitazione sul territorio, intanto, non si ferma. Sabato prossimo, infatti, Confersercenti raccoglierà le firme contro il pedaggio a Como, nella zona di Porta Torre. E l'Ance, l'associazione dei costruttori comaschi, nel frattempo ha inviato a tutti i suoi soci una mail proprio per raccogliere sottoscrizioni e adesioni alla battaglia contro i 62 centesimi destinati a scattare - salvo novità - dal primo novembre prossimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

social

I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento