Cronaca

Super affluenza per la petizione contro i furti ad Albate: "Più polizia e telecamere"

"Sapevamo che il problema furti era molto sentito in questo quartiere, ma la risposta dei cittadini è stata addirittura maggiore di quanto ci aspettavamo". Luca Ceruti, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle nonché cittadino albatese, è...

firme-albate-gen16-5

"Sapevamo che il problema furti era molto sentito in questo quartiere, ma la risposta dei cittadini è stata addirittura maggiore di quanto ci aspettavamo". Luca Ceruti, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle nonché cittadino albatese, è tra i promotori della raccolta firme per chiedere alle autorità (come Prefettura, Procura e Questura) e al Comune di Como, immediati ed efficaci interventi per contrastare il fenomeno della microcriminalità che dilaga soprattutto nel quartiere di Albate di Como, ma anche di Muggiò e Trecallo.

La petizione è partita questa mattina intorno alle 9.30 con un banchetto nella nuova piazza Tricolore e uno davanti alla chiesa di Albate. Nei giorni scorsi è stata annunciata attraverso i gruppi e le pagine dei social network (per esempio in quella di "Sei di Albate se...") ma anche attraverso il tam tam spontaneo dei residenti dei tre quartieri esasperati per le decine di furti che avvengono ogni settimana nelle case. "Abbiamo assistito a un paio di assemblee dove abbiamo incontrato i cittadini - spiega Ceruti - e ascoltato le problematiche denunciate. I banchetti della raccolta firma sarà presente oggi e domani (domenica 17 gennaio 2016, ndr) dalle 9.30 alle 16.30

"Abbiamo colto l'occasione anche di promuovere le assemblee di zona - spiega inoltre Ceruti - cosicché i cittadini possano dialogare direttamente e in modo autonomo con l'amministrazione senza dover attendere che qualche consigliere comunale dia loro ascolto".

Qui di seguito il testo completo della raccolta firme:

I cittadini dei quartieri di Albate, Trecallo e Muggiò di Como, chiedono un rapido ed efficaceintervento al fine di risolvere i seri problemi di pubblica sicurezza venutosi a creare. Sono aumentati in maniera esorbitante i gravi episodi di criminalità, in particolare furti e rapine nelle abitazioni. Sono parecchi i casi negli ultimi mesi, alcuni addirittura con violenza alle persone, senza contare le mancata denunce nei casi di tentato furto. I delinquenti non si curano neppure del fatto che all'interno delle abitazioni possano esserci o meno persone, perseverano senza alcuna remora consapevoli della loro impunità. Come è possibile che questi delinquenti possano continuare ad agire indisturbati?E' evidente che la causa di questa situazione non può essere addebitata alle forze dell'ordine, meritevoli di considerazione per gli sforzi che fanno nonostante le ristrettezze, ma la popolazione è stremata dalla paura. Il sentimento di impotenza è tale da tentare di organizzarsi in una mutua vigilanza. Alcuni cittadini hanno proposto le ronde. Tutto questo non può essere accettato in uno Stato in cui la legalità deve essere garantita dalle istituzioni. I nostri sono sempre stati territori tolleranti e civili ma a seguito dei fatti recenti il cambiamento di atteggiamento generale si è già imposto a causa della paura. Alla luce di tutto quanto sopra esposto, confidando nel Vostro fattivo interessamento, riteniamo sia opportuno porre in essere urgenti azioni che risolvano questa situazione di costante pericolo e disagio nei cittadini; al fine di arginare la crescente criminalità chiediamo di valutare opzioni di videosorveglianza come di individuare distaccamenti decentrati di polizia, di aumentare il numero delle pattuglie nel servizio diurno e notturno per la prevenzione di atti criminosi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Super affluenza per la petizione contro i furti ad Albate: "Più polizia e telecamere"

QuiComo è in caricamento