menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
aula-consiglio-comunale-1

aula-consiglio-comunale-1

Suolo pubblico, piazza Roma esentata dalla tassa. Tende e dehors, tempi più lunghi

Dal consiglio comunale di lunedì sera, nel corso della discussione sul regolamento per l'occupazione del suolo pubblico, sono emerse diverse novità di rilievo. La prima e forse più attesa riguarda la tempistica da rispettare per l'adeguamento di...

Dal consiglio comunale di lunedì sera, nel corso della discussione sul regolamento per l'occupazione del suolo pubblico, sono emerse diverse novità di rilievo. La prima e forse più attesa riguarda la tempistica da rispettare per l'adeguamento di bar, ristoranti e negozi alle nuove indicazioni contenute nel documento in merito a colore delle tende, posa dei dehors, materiali di sedie e tavolini all'aperto. In sostanza, la maggioranza di centrosinistra - con un emendamento articolato su 2 punti - ha spostato le cruciali scadenze contenute nel regolamento approvato dalla giunta prima di approdare in aula. Da un lato, il consiglio ha ridotto i 5 anni previsti in origine per adeguare le tende da 5 anni al 31 dicembre 2018. Mentre, per quanto riguarda tutto il resto degli arredi da adeguare alle nuove norme, il termine è stato portato dal 31 dicembre 2015 sempre al 31 dicembre 2018.

paolo-frisoni-15Curiosa, però, la spiegazione data dall'assessore al Commercio, Paolo Frisoni, in merito alla necessità di arrivare soltanto in consiglio comunale, e non già prima in giunta, a dover apportare una duplice modifica così significativa. Frisoni, infatti, ha parlato di "errore" giustificato dal fatto che "quel regolamento è rimasto nei cassetti da molti anni". Poi ha parlato apertamente di data "sfuggita". "Facciamo venia - ha concluso l'assessore - ma è il compito dei consiglieri guardare il documento ed eventualmente cambiarlo. Io stesso, tempo fa, dissi pubblicamente che sulle scadenze saremmo stati elastici perché sapevo che sarebbero state modificate. Non c'è nessuna malafede, è stato tutto trasparente".

In ultimo, da segnalare che ieri - tra le polemiche infuocate sulla Ztl realizzata nella zona - è stata ribadita l'esenzione dal pagamento per l'occupazione del suolo pubblico per l'anno 2015 per le sole attività di piazza Roma con l'obiettivo di sostenerle. Un provvedimento ad hoc sul quale sono in corso approfondimenti sulla legittimità e che, voluto dalla giunta per dare un contributo proprio a negozi e bar inclusi nella zona pedonalizzata, ha fatto esclamare a diversi consiglieri di minoranza - tra essi Alessandro Rapinese, Marco Butti e Francesco Scopelliti in particolare - che "questa decisione certifica il fallimento della Ztl".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento