menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sulla Fontana di Camerlata il sacchetto negato da 5 anni alla Torre Pantera

Sulla Fontana di Camerlata il sacchetto negato da 5 anni alla Torre Pantera

Sulla Fontana di Camerlata il sacchetto negato da 5 anni alla Torre Pantera

La Fontana di Camerlata non c'è più. Da oggi, infatti, il monumento appare letteralmente impacchettato per l'avvio dei lavori di pulizia e recupero. Oltre a nuove indagini per l'analisi sull'effettivo degrado e sulle fessurazioni, saranno compiuti...

fontana-camerlata-impacchettataLa Fontana di Camerlata non c'è più. Da oggi, infatti, il monumento appare letteralmente impacchettato per l'avvio dei lavori di pulizia e recupero. Oltre a nuove indagini per l'analisi sull'effettivo degrado e sulle fessurazioni, saranno compiuti studi sull'effetto degli inquinanti sui cementi e sui materiali lapidei, misurazioni delle vibrazioni provocate dal traffico sia sugli anelli orizzontali, sia su quelli verticali, rilevazioni di dati meteo e delle temperature (quest'ultime per avere indicazioni sulle variazioni differenziali subite dalla struttura metallica con il caldo). La fontana sarà poi interessata da una pulitura e integrazione delle parti mancanti che saranno eseguite da una ditta specializzata.

Dopo la pulitura sarà steso un prodotto per l'impermeabilizzazione e protezione del calcestruzzo e quindi si procederà con la ritinteggiatura. Rientrano in elenco anche il rifacimento dell'impianto di illuminazione del monumento e il rifacimento dell'impianto idrico della fontana, comprensivo di manutenzione programmata per un anno. Sono stati ipotizzati 2/3 mesi di cantiere, tempistica tutta legata alle condizioni del tempo. Per i lavori è previsto un finanziamento di 140mila euro, coperti per il 45% dal Comune e per il 55% da Fondazione Cariplo attraverso il bando "Conservazione programmata del moderno". torre-pantera-9apr15-1 Ma se il "sacchetto" calato sulla Fontana è un sacrificio in vista di una rinascita o quasi, in un altro punto della città un altro simbolo di Como langue da 5 anni in una immobile ragnatela di impalcatura. Si tratta di Palazzo Panterà, teorico vertice perfetto del quadrilatero monumentale tra Casa del Fascio, Teatro Sociale e Duomo, in stato di abbandono ormai dal 25 ottobre 2010. Quando, cioè, un forte vento spazzo letteralmente via il tetto della torre, sbriciolato. Da allora, salvo l'impalcatura addossata alle pietre e una copertura provvisoria posta in cima, nulla si è sostanzialmente mosso per il recupero, di rinvio in rinvio. Nel 2013 era stato annunciato il reperimento dei 50mila euro mancanti (su oltre 200mila) per avviare finalmente la ristrutturazione e la messa in sicurezza, con una data di inizio lavori fissata per la primavera del 2014. Inutile dire che, nei fatti, non s'è mossa una pietra. E - ironizzando - verebbe quasi da dire "per fortuna".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento