Una stazione di interscambio a Camerlata: RFI ha depositato il progetto

Una stazione di interscambio passeggeri tra la ferrovia delle Nord e ferrovia dello Stato in in zona via San Bernerdino da Siena. E' il progetto presentato da RFI (Rete ferroviaria italiana) presentata pochi giorni al Comune di Como. Il progetto è...

Una stazione di interscambio passeggeri tra la ferrovia delle Nord e ferrovia dello Stato in in zona via San Bernerdino da Siena. E' il progetto presentato da RFI (Rete ferroviaria italiana) presentata pochi giorni al Comune di Como. Il progetto è stato anticipato sinteticamente in occasione della commissione Urbanistica che si è riunita oggi per discutere la delibera per l'approvazione del Pgt (Piano di governo del territorio) illustrata dall'assessore all'Urbanistica, Lorenzo Spallino, e dal dirigente Giuseppe Cosenza.

Il Pgt, infatti, contiene tutte le linee d'indirizzo e tutte le norme che caratterizzeranno la futura evoluzione urbanistica, territoriale e paesaggistica della città di Como. E', di fatto, lo strumento urbanistico che sostituirà il vigente Piano regolatore e dovrà essere adottato entro il prossimo 31 dicembre, per poi essere approvato definitivamente nei mesi successivi.

Quindi, la stazione di interscambio, certo, non può essere l'unico elemento caratterizzante la futura evoluzione della città. Numerosi gli aspetti che potranno (o potrebbero) ridisegnare il volto del tessuto urbano comunale. Per esempio, il Pgt consente l'insediamento di due sole grandi aree per la grande distribuzione, vale a dire l'area ex rasa in via Scalabrini e l'area ex Trevitex (dove ad oggi c'è il supermercato Esselunga diviso in due superfici di media distribuzione che potrebbero in futuro essere accorpate).

Stazione interscambio

Come detto, RFI ha depositato in Comune il progetto per un accordo al fine di realizzare una stazione di interscambio passeggeri nella zona compresa tra via San Bernardino da Siena e la stazione di Camerlata. Il Pgt, quindi, prevede questa possibilità, ma il progetto deve ancora affrontare tutto l'iter amministrativo e politico. Intanto, però, sono stati anticipati in commissione Urbanistica dal dirigente Giuseppe Cosenza, alcuni dettagli. Per esempio, sul grande prato vicino a via San bernardino da Siena (e vicino a dove passerà la tangenziale della Pedemontana) sarà realizzato un parcheggio per le auto. Sorgerà poi una stazione, con tanto di banchina, che consentirà ai passeggeri, attraverso un sistema di ascensori e sovrappassi, di dirigersi o verso la ferrovia dello Stato o verso la ferrovia delle Nord. Nel primo caso, appunto, potranno utilizzare una nuova stazione (infatti la stazione di Albate verrebbe dismessa), nel secondo caso potranno dirigersi alla stazione di Camerlata. L'assessore ai lavori pubblici e alla Mobilità, Daniela Gerosa, ha confermato: “RFI ha depositato questo progetto che prevede la dismissione della stazione di Albate”. Dettagli sul progetto (compreso i rendering) saranno diffusi nei prossimi giorni.

Due centri commerciali

In commissione si è poi discusso dell'aspetto legato ai centri commerciali, o meglio, alle aree destinate alla grande distribuzione. Queste aree sono solo due: area ex Rasa in via Scalabrini e area ex Trevitex tra via Paoli e via Badone. Ha sollevato alcune perplessità il fatto che le due zone siano distanti solo poche centinaia di metri tra di loro e dalla Coop di Rebbio. A sollevare perplessità critiche è stato Mario Molteni di Lista per Como. Dal canto suo Cosenza ha tenuto a sottolineare il fatto che per grande distribuzione non necessariamente si intende generi alimentari. Quanto alla sostenibilità di due grandi distribuzioni (suscettibili di diventare veri e propri centri commerciali) dal punt di vista viabilistico, è stato ricordato che tra non molto sarà realizzata la tangenziale di Como che drenerà il traffico da via Varesina. Di fatto le due grandi distribuzioni avrebbero due diversi bacini di clienti.
Si parla di

Video popolari

Una stazione di interscambio a Camerlata: RFI ha depositato il progetto

QuiComo è in caricamento