Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Viale Franklin Delano Roosevelt, 7

Perseguita la ex, stalker comasco condannato a sorveglianza speciale: coprifuoco e distanza di sicurezza

Dovrà stare ad almeno mille metri dalla donna e non potrà uscire di notte

Non aveva accettato la fine della relazione, per questo continuava a perseguitre la ex fidanzata. Per questo è stato condannato a 2 anni di sorveglianza speciale. Protagonista un uomo di 60 anni, residente in provincia di Como.

Per la prima volta la Polizia di Stato applica la Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale nei confronti di un soggetto autore di un’escalation di gravi azioni persecutorie nei confronti di una donna.
Come noto, con l’entrata in vigore del nuovo Codice Antimafia è stata ampliata la platea dei soggetti destinatari delle Misure di Prevenzione Personali e Patrimoniali, tra cui rientrano quindi anche gli indiziati di atti persecutori (il cosiddetto stalking). 

In base a questa nuova legge nel maggio 2018 il Questore di Como, Giuseppe De Angelis, ha presentato una Proposta per l’irrogazione della Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. al Presidente della Sezione Autonoma Misure di Prevenzione presso il Tribunale di Milano, nei confronti dell'uomo.

I reati

Il 60enne, residente come detto in Provincia di Como, aveva già a suo carico una precedente sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Como che lo ha ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori, sequestro di persona, violenza privata. L'uomo, secondo quanto ricostruito dalla polizia, non aveva accettato la fine della relazione con una donna più giovane di lui soggiogandola e molestandola con l’uso del telefono attraverso chiamate e messaggi; inoltre la pedinava, la vessava e la minacciava.

La sorveglianza speciale

Nella giornata di venerdì 17 agosto 2018, la Polizia di Stato di Como ha sottoposto l’uomo, che nel frattempo ha scontato la pena inflitta, alla Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale per 2 anni, emessa dal Tribunale di Milano nei suoi confronti. In questo modo le Forze di Polizia potranno effettuare una costante verifica dei suoi comportamenti futuri e prevenire il ripetersi di quanto accaduto. 

Le prescrizione previste da tale misura prevedono infatti di non allontanarsi dalla propria dimora, senza preventivo avviso alle Forze di Polizia; non rincasare la sera più tardi delle 22 e di non uscire la mattina prima delle 7; non frequentare tutti i luoghi normalmente frequentati dalla ex compagna e di mantenersi ad almeno mille metri di distanza dalla stessa, allontanandosi immediatamente in caso di incontro assolutamente occasionale e di non effettuare, con ogni mezzo epistolare, telefonico, telematico o altro, qualsiasi comunicazione con la donna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita la ex, stalker comasco condannato a sorveglianza speciale: coprifuoco e distanza di sicurezza

QuiComo è in caricamento