Cronaca Via Cardina

Sparo a Monte Olimpino dopo la lite: uomo fermato nella notte

Nonostante la fuga è stato identificato e portato in Questura

Repertorio (foto MilanoToday)

E' stato identificato e fermato nella notte l'uomo che nella serata di domenica 17 giugno 2018 in via Cardina a Monte Olimpino ha sparato a un uomo (fortunatamente mancandolo) in seguito a una lite stradale. Secondo quanto riferito dalla Provincia, la Polizia nella notte ha preso l'uomo sospettato di essere il responsabile della sparatoria.
L'uomo, italiano, così come la persona cui ha sparato, dopo il fatto è fuggito a bordo di uno scooter. Gli uomini della Squadra Mobile si sono messi subito sulle sue tracce, lo hanno identificato e bloccato poche ore dopo il fatto. E' stato portato in Questura. Pare sia anche stato ritrovato un bossolo sul luogo della sparatoria di un'arma semiautomatica.
Grande la paura a Monte Olimpino per l'episodio avvenuto intorno alle 19: tutto sarebbe nato dal fatto che l'uomo aggredito stava attraversando la strada proprio mentre arrivava uno scooter. Il moticiclista sarebbe giunto ad alta velocità fermandosi a pochi centimetri dal pedone, con il rischio concreto di investirlo. Il pedone - un uomo di 57 anni residente a Como - avrebbe indirizzato al motociclista - 50 anni anche lui residente a Como - rimproveri. Ne è nata una lite dapprima verbale, poi sfociata in aggressione fisica. Il moticiclista inizialmente ha avuto la peggio rimediando un calcio e un pugno che lo ha ferito allo zigomo. Per tutta risposta il 50enne ha estratto una pistola da sotto la sella dello scooter. Il pedone a quel punto è fuggito e mentre scappava ha sentito uno sparo. 

I poliziotti delle volanti della questura di Como hanno trovato il bossolo esploso. Successivamente sono riusciti a trovare in serata, poco dopo le 22, il motociclista che stava in una trattoria di via Bellinzona. Nel corso di perquisizioni a suo carico, nel vano posto sotto il sedile del motociclo, i poliziotti hanno trovato un coltello a serramanico e una fondina per pistola. Nella sua abitazione, invece, hanno trovato 9 proiettili di vario calibro. Allo stato delle indagini non né stata rinvenuta la pistola. Accompagnato in Questura, F.L. (queste le sue iniziali), pregiudicato, è stato denunciato per i reati di minaccia aggravata dall'uso delle armi, detenzione e porto abusivo di arma da sparo, detenzione di oggetti atti ad offendere e esplosione di colpo di arma da fuoco in luogo pubblico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparo a Monte Olimpino dopo la lite: uomo fermato nella notte

QuiComo è in caricamento