menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Spallino trova il negozio chiuso alle 18.58. "Poi non ci si lamenti dei centri commerciali"

Spallino trova il negozio chiuso alle 18.58. "Poi non ci si lamenti dei centri commerciali"

Spallino trova il negozio chiuso alle 18.58. "Poi non ci si lamenti dei centri commerciali"

“Però, se chiudete la serranda alle 18.58 non lamentatevi se uno finisce in un centro commerciale o in un h 24”. Che Lorenzo Spallino sia un socialmedia addicted è cosa nota. L'assessore all'urbanistica lariano, da sempre animato dalla passione...

"Però, se chiudete la serranda alle 18.58 non lamentatevi se uno finisce in un centro commerciale o in un h 24".

Che Lorenzo Spallino sia un socialmedia addicted è cosa nota. L'assessore all'urbanistica lariano, da sempre animato dalla passione per i media digitali e tecnologia connessa, spesso affida alle nuvole di mamma Rete riflessione e pensiero. L'ultimo, ieri, delegato a Twitter e rimbalzato su Facebook, sia pure brevissimo - 21 parole e un emoticon - era chiaramente rivolto ai commercianti della città. E ha fatto infuriare, non poco, Claudio Casartelli, presidente di Confesercenti.

La tesi di Spallino è chiara: serve una società più duttile, servizi a misura dei nuovi orari (di lavoro) e delle nuove necessità. Tutto riassunto nel post.

friggitoria-2 "Ma il caro Spallino dovrebbe lavorare un anno in un negozio per capire come funziona", accusa, non senza sarcasmo, Casartelli. "L'assessore non è un commerciante e non conosce la vita dei commercianti. Dovrebbe sapere che le persone non possono lavorare 15 ore al giorno. Per stare aperti fino a sera dobbiamo assumere altro personale ma se assumiamo andiamo in perdita". Un problema che oscilla tra regole e leggi, è la tesi. "O riformiamo il sistema delle assunzioni - spiega Casartelli - o le cose non possono cambiare. Il negoziante chiude alle 19 perché ha già lavorato 12 ore, commessi e commesse ne lavorano 8. Il tema è chiaro, oggettivo".

Poi una riflessione sui Centri Commerciali evocati da Spallino. "Le grandi strutture non sono così felici delle aperture domenicali o festive. Se le possono permettere, è vero, ma non sono così remunerative. Credo che le parole dell'assessore appartengano a chi conosce solo superficialmente la materia. Lo dimostra il fatto che ha sostenuto, di recente, che l'apertura del nuovo supermercato a Camerlata (ex Trevitex-Esselunga, ndr) favorirà il piccolo commercio".

spallino-comune-22dic14 Non è mancata, immediata, una replica dell'assessore. "I negozianti - ha detto Spallino - sono sicuramente in grado di scegliere le strategie commerciali che ritengono pià adatte alla loro professione. Non nego loro il diritto di chiudere alle sette di sera di un giorno feriale. Rivendico il diritto dell'utente di comprare altrovve quello che alle 19 da alcuni di loro non è più disponibile". Diplomatico, invero, ma il senso del post lasciato sui social pareva nettamente più graffiante.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento