rotate-mobile
Cronaca Brenna

La lotta allo spaccio funziona: i boschi di Brenna e Arosio liberati dalla droga

Nuovo blitz dei carabinieri, ma non è stato trovato nessun pusher o tossicodipendente

I numerosi blitz e controlli deelle forze dell'ordine nei boschi comaschi dello spaccio di droga stanno dando i loro frutti, tanto che alcune zone risultano finalmente liberate (almeno per ora) da questa odiosa piaga sociale. I carabinieri della tenenza di Mariano Comense con il supporto degli Squadroni Cacciatori Sicilia, hanno effettuato una nuova operazione di controllo  nelle zone boschive comprese nel Comune di Brenna e Arosio (Località Cascina Guasto). I militari non hanno riscontrato la presenza di spacciatori e neanche di consumatori, chiaro segno che la lotta allo spaccio nei boschi funziona. 

Tuttavia i carabinieri hanno arrestato uno spacciatore nella propria abitazione e sequestrato diverse quantità di sostanze stupefacenti in abitazioni di altri spacciatori e consumatori. Più precisamente i carabinieri di Cantù dopo un'attenta attività investigativa hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio un 49enne pregiudicato che nella sua abitazione aveva 70 grammi di hashish, 1 bilancino di precisione e del materiale per il confezionamento delle dosi. I carabinieri di Lurate Caccivio, invece, hanno eseguito otto perquisizioni domiciliari con l’impiego di un’unità cinofila, con il pastore tedesco “Kevin”, e hanno sequestrato circa 40 grammi di hashish e 10 di marijuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lotta allo spaccio funziona: i boschi di Brenna e Arosio liberati dalla droga

QuiComo è in caricamento