rotate-mobile
Cronaca Cadorago

Gli spacciatori armati di taser per difendersi dai malintenzionati: arrestati a Cadorago

Smerciavano cocaina ed eroina nei boschi

Spacciavano droga nei boschetti di Cadorago e lo facevano armati di taser, vale a dire il dispositivo di difesa che emette violenti scariche elettriche. Il taser gli serviva per difendersi da eventuali malintenzionati decisi a rubargli la sostanza stupefacente o a cacciarli dalla zona di spaccio. I due pusher - marocchini, di 27 e 19 anni, senza fissa dimora - sono stati arrestati la sera del 24 aprile dai carabinieri di Lomazzo, in collaborazione con i militari dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sardegna”.  Sono stati trovati in possesso di 101,3 grammi di eroina, 30,9 grammi di cocaina, oltre 1.500 euro in contanti e, come detto, di un taser a scarica elettrica. I due hanno tentato invano la fuga. Sono stati poi accompagnati al carcere di Como.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli spacciatori armati di taser per difendersi dai malintenzionati: arrestati a Cadorago

QuiComo è in caricamento