rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Guanzate

Armi, mezzo chilo di droga e video violenti: due arresti dopo la doppia retata a Guanzate

Il primo controllo è avvenuto il 18 novembre ma gli agenti hanno continuato ad approfondire la situazione con altre operazioni mirate

Continua e si rinvigorisce il contrasto al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte della Polizia di Stato che ha
proceduto, ieri, 20 novembre, all'arresto in flagranza di reato di due cittadini italiani per spaccio e possesso di sostanze stupefacenti: sono stati trovati con oltre mezzo chilo di droga.
In particolare l'attenzione si è concentrata nei traffici illeciti in corso in provincia, dove già nei giorni scorsi è stata predisposta una maxi operazione interforze in diverse aree boschive, che ha condotto allo smantellamento di diversi bivacchi, presumibilmente utilizzati dagli spacciatori.

In questo filone, ormai collaudato nella provincia  di Como se consideriamo le operazioni anche degli anni passati, la Polizia di Stato negli ultimi due giorni ha inferto un doppio colpo agli spacciatori dell'area di Guanzate.

In data 18 novembre, infatti, gli uomini della Squadra Volanti hanno proceduto a segnalare all' Autorità Giudiziaria per
spaccio di sostanze stupefacenti due cittadini italiani, D.E.M.A., classe 1996, e S.C., maggiorenne classe 2002, trovati in
possesso di modiche quantità di stupefacente tipo cannabis, ma, soprattutto, dall'analisi dei cellulari è emersa un'intensa
attività di spaccio indirizzata a clienti giovani e giovanissimi tutti della zona.
I due erano finiti sotto i radar della Questura anche per un video pubblicato sul social network Instagram, in cui comparivano
ingenti dosi di sostanza stupefacente, armi e frasi inneggianti alla delinquenza.

Ma gli uomini della Questura avevano intuito che la zona di spaccio fosse meritevole di un ulteriore approfondimento, ed infatti
il giorno dopo, in data 19 novembre, si sono recati nuovamente nel paese al fine di predisporre un analogo controllo mirato.
In tale occasione hanno controllato un'autovettura in sosta ed i relativi occupanti, insospettiti dal forte odore di cannabis proveniente dalle vicinanze del veicolo.
Ed infatti, nella disponibilità di uno dei due, un cittadino italiano, S. P., classe 1981, con precedenti in materia di reati contro il patrimonio, i poliziotti hanno trovato un panetto di hashish del peso di 352 grammi. Anche in questo caso, dall'analisi del traffico telefonico dei due uomini è emersa una specifica ed intensa attività di spaccio. Pertanto gli operatori hanno deciso di estendere le perquisizioni anche alle abitazioni dei due.

Guanzate 1-3

Perquisizioni che hanno dato entrambe esito positivo, dal momento che a casa di un altro cittadino italiano, S. J., classe 1991, con
precedenti per droga, già arrestato qualche anno fa, sono stati rinvenuti ulteriori 190 grammi di stupefacenti tra marijuana, hashish e cocaina, oltre che 2 bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

In accordo con il Sost. Procuratore della Repubblica di turno presso il Tribunale di Como, i due sono stati arrestati con l'accusa di
spaccio di sostanze stupefacenti e portati al Bassone, in attesa di convalida.
Complessivamente sono stati sequestrati circa 560 grammi di sostanza stupefacente di vario tipo, 3 telefoni cellulari, 4 bilancini di
precisione ed una automobile nella disponibilità di uno dei due arrestati, utilizzata per spacciare. 
La Polizia di Stato continuerà a monitorare le aree sensibili, al fine di essere sempre più vicini ai cittadini, anche in provincia, e contrastare con tutta la forza a disposizione questa dannosa piaga sociale.
 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armi, mezzo chilo di droga e video violenti: due arresti dopo la doppia retata a Guanzate

QuiComo è in caricamento