Cronaca

Arrestato a Rovello Porro spacciatore-contabile: aveva un ufficio e annotava i guadagni su un quaderno

Ha cercato di fuggire a un posto di controllo dei carabinieri

Gestiva la sua attività di spaccio in modo molto meticoloso, quasi professionale. Il pusher marocchino arrestato dai carabinieri di Cesano Maderno a Rovello Porro dopo un breve inseguimento, aveva addirittura un piccolo ufficio ricavato in un'abitazione di Misinto. All'interno i militari hanno trovato un quaderno sul quale lo spacciatore annotava con precisione i conti dei suoi affari illeciti. Cifre e guadagni erano tutti riportati tra i quadretti del quaderno, suddivisi in colonne corrispondenti probabilmente ai periodi di attività (giornalieri o settimanali): 11mila, 18mila, ma anche solo 500 euro, tutto veniva rendicontato in modo preciso.

Mentre scappava dai carabinieri il marocchino 40enne ha cercato di disfarsi di una busta con 100 grammi di eroina che è stata, però, recuperata dai militari. 
Secondo quanto ricostruito il pusher frequentava il parco delle Groane dove incontrava i clienti. In casa sono stati rinvenuti anche 5.590 euro, somma ritenuta provento dell'attività di vendita di droga. Per il 40enne sono scattate così le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed è stato accompagnato in carcere a Como.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato a Rovello Porro spacciatore-contabile: aveva un ufficio e annotava i guadagni su un quaderno

QuiComo è in caricamento