Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Spacca il vetro dell'auto della polizia: denunciato

Una rissa per futili motivi è degenerata in resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Ieri pomeriggio, intorno alle 17.50 nelle vicinaze del McDonald situato sotto i Portici Plinio in centro città, è dovuta intervenire una volante della...

Una rissa per futili motivi è degenerata in resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Ieri pomeriggio, intorno alle 17.50 nelle vicinaze del McDonald situato sotto i Portici Plinio in centro città, è dovuta intervenire una volante della Questura di Como per sedare un litigio tra due amici C.R. (del 1968) e R.C.( del 1963). Il primo asseriva di avere invitato l'amico a trascorrere la notte a casa sua, perché preoccupato delle sue condizioni di salute. Questi avrebbe rifiutato l'invito. C. R. non ha accettato il rifiuto e ha dato in escandescenze. Gli agenti della polizia hanno cercato di calmare l'uomo spiegandogli che non poteva costringere l'amico a seguirlo. Tuttavia, nonostante la presenza della polizia, C. R. non ha desistito dal suo comportamento minaccioso e si è scagliato ancora contro l'amico. Riportato apparentemente alla calma, gli agenti hanno cercato, nuovamente, di spiegare la situazione a C.R. il quale, però, non si è calmato e ha colpito con violenza il lunotto posteriore dell'autovettura di servizio mandandolo in frantumi. Dopo aver chiamato personale del 118 e medicato l'uomo gli agenti lo hanno accompagnato in Questura e lo hanno denunciato per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

Poche ore più tardi si è reso necessario un altro intervento della polizia per un'altra rissa scoppiata presso il bar della stazione San Giovanni intorno alle 21.30. Un uomo di 51 anni, dopo aver acquistato un pacchetto di sigarette e una scheda telefonica è uscito dal bar per farvi rientro quasi subito lamentandosi che la scheda fornitagli dalla barista fosse "falsa" poiché, durante la procedura di ricarica, non era riuscito ad accreditare l'importo della tessera. Il comportamento arrogante e aggressivo dell'uomo nei confronti della cassiera che cercava in tutti i modi di spiegare come poter ottenere il rimborso, ha indotto a intervenire uno degli avventori, un 53enne, in difesa della donna e tra i due è scoppiata, quindi, una lite. Gli agenti, giunti sul posto, hanno diviso i due e, mentre l'avventore intervenuto in difesa della donna ha ripreso immediatamente un atteggiamento calmo e collaborativo, l'altro (in evidente stato di ubriachezza alcoolica) non ha smesso di tenere un comportamento violento. Inoltre, lo stesso aveva con sé un coltello multiuso. L'uomo è stato, quindi, accompagnato in Questura e denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere e sanzionato per ubriachezza molesta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacca il vetro dell'auto della polizia: denunciato

QuiComo è in caricamento