Smog, appello ai comaschi: "Guardate le previsioni prima di prendere l'auto"

Il Comune di Como ha messo a disposizione sul proprio sito internet istituzionale le previsioni dell'andamento delle concentrazioni di inquinanti (in particolare del Pm10, cioè polveri sottili. Secondo l'assessore all'Ambiente, Bruno Magatti, le...

Il Comune di Como ha messo a disposizione sul proprio sito internet istituzionale le previsioni dell'andamento delle concentrazioni di inquinanti (in particolare del Pm10, cioè polveri sottili. Secondo l'assessore all'Ambiente, Bruno Magatti, le previsioni potrebbero diventare un valido aiuto per adottare comportamenti utili ad abbattere o, per lo meno, a limitare l'inquinamento. In poche parole, Magatti ha lanciato un appello ai comaschi auspicando che "così come si guardano le previsioni meteo per decidere cosa fare di domenica, così si potrebbe prendere l'abitudine di guardare le previsioni degli inquinanti per decidere se limitare l'uso dell'automobile piuttosto che abbassare l'utilizzo del riscaldamento domestic". il concetto è molto semplice: grazie alle tabelle delle previsioni di Pm10 messe a disposizione dal Comune sul sito web (realizzate da Arpa Lombardia) è possibile conoscere se il giorno dopo ci saranno condizioni climatiche favorevoli all'aumento di inquinamento. Sapendo ciò, chiunque potrebbe scegliere di adottare misure che possano contribuire a una diminuzione dell'inquinamento. A parte l'uso delle auto e del riscadalmento, gli accorgimenti che ognuno potrebbe prendere sono i più svariati.

“Ad oggi l’unica soluzione rispetto alle polveri e agli inquinanti è rappresentata da condizioni meteo favorevoli - ha commentato Magatti -. Per questo è importante che ognuno di noi cominci a capire che bisogna moderare il proprio comportamento. Il modo in cui si guida, l’utilizzo che facciamo dell’auto, la temperatura delle nostre case, i luoghi che decidiamo di riscaldare, sono tutti fattori che incidono e aumentano l’inquinamento. E più aumenta l’inquinamento e più siamo sottoposti a rischi sanitari che poi tutta la collettività sarà chiamata a pagare, anche in termini economici. La scienza oggi ci consente di prevedere le condizioni atmosferiche che favoriscono l’accumulo degli inquinanti nell’aria e quelle che, invece, ne favoriscono la dispersione. L’invito che rivolgo è di informarsi rispetto a queste previsioni e di modificare di conseguenza il proprio comportamento”.

Sulla home page del sito del Comune di Como è stato inserito il banner “Meteo e inquinanti”, cliccando il quale si viene indirizzati ad una specifica pagina - predisposta in collaborazione con Arpa - che presenta le condizioni atmosferiche in rapporto all’accumulo degli inquinanti. Si possono, inoltre, consultare i valori di Pm10 e degli altri inquinanti, così come vengono rilevati dalla centralina di viale Cattaneo. La pagina, infine, indirizza il lettore a prendere visione di quelli che sono i comportamenti virtuosi più importanti, rispetto all’utilizzo dell’auto e rispetto agli impianti di riscaldamento. “In particolare per quanto riguarda le temperature - conclude Magatti - il nuovo appalto per il servizio calore che è in fase di appalto, prevede il posizionamento negli edifici comunali di valvole termostatiche. Un semplice gesto che però consentirà al Comune di risparmiare sui consumi energetici e quindi di inquinare meno. Parliamo di circa 450mila euro all’anno”.

Si parla di

Video popolari

Smog, appello ai comaschi: "Guardate le previsioni prima di prendere l'auto"

QuiComo è in caricamento