rotate-mobile
Cronaca Cantù

Autista di bus di giorno, finto poliziotto di sera: fermato a Cantù mentre sfreccia a sirene spiegate

L'uomo è anche un volontario dei vigili del fuoco a Lazzate

Sfrecciava a sirene spiegate con i lampeggianti accesi per le strade di Cantù. Era convinto che nessuno lo avrebbe fermato, invece un carabiniere fuori servizio non avendo mai visto prima quell'auto civetta ha allertato i colleghi e comunicato il numero di targa. In pochi minuti i militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Cantù hanno raggiunto e bloccato il veicolo. E' accaduto lo scorso 30 novembre. A bordo del Suv Fiat c'era un uomo di 41 anni di Lazzate. In auto i militari hanno trovato di tutto: porta documenti del corpo forestale, i gradi di maresciallo dei carabinieri, una paletta della polizia stradale, spray urticante, una radio dei vigili del fuoco e persino una pistola scacciacani simile in tutto e per tutto a una pistola vera. 
L'uomo è risultato essere un autista degli autobus Atm di Milano, nonché un volontario dei vigili del fuoco a Lazzate (Monza e Brianza). E' stato denunciato a piede libero con l'accusa di detenzione di segni distintivi contraffatti, ma è ovvio che i carabinieri indagheranno per capire se abbia portato a segni rapine o ed estorsioni fingendosi un uomo delle forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autista di bus di giorno, finto poliziotto di sera: fermato a Cantù mentre sfreccia a sirene spiegate

QuiComo è in caricamento