menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, igiene e lavoro in nero: chiusi un cantiere, un panificio e un'autoscuola

Nell'ambito delle ispezioni effettuate nel corso della settimana dalla Direzione territoriale del lavoro in collaborazione con carabinieri e Asl, quattro attività sono risultate irregolari. Oltre al ristorante Bombay Express (qui l'articolo) è...

Nell'ambito delle ispezioni effettuate nel corso della settimana dalla Direzione territoriale del lavoro in collaborazione con carabinieri e Asl, quattro attività sono risultate irregolari. Oltre al ristorante Bombay Express (qui l'articolo) è stato adottato il provvedimento di sospensione dell'attività a un panificio di Asso, a due sedi di un'autoscuola ad Albavilla e a Lipono, e a un cantiere di Beregazzo con Figliaro.

Secondo la comunicazione ufficiale della Direzione territoriale del lavoro di Como nel caso del panettiere, situato in via Merzario ad Asso, è stato adottato" il provvedimento di chiusura immediata temporanea dell'attività "per ragioni di igiene e salute dei consumatori e sono state riscontrate violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro".

Dall'ispezione fatta contemporaneamente su due delle sedi dell'autoscuola di Albavilla (via Don Felice Ballabio) e Lipomo (via Resistenza) è stata rilevata" la presenza due lavoratrici in nero" e sono stati adottati i provvedimenti di sospensione dell'attività.

Infine, dall'ispezione del cantiere edile che si trova a Beregazzo con Figliaro (via Verdi) dove sono in fase di costruzione tre ville, sono state rilevate "gravi violazioni sulla sicurezza, che hanno indotto il personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Como a procedere al sequestro preventivo del cantiere, al fine di tutelare l'imminente pericolo di vita delle maestranze intente a lavorare sui ponteggi, che incorrevano nel rischio di cadute dall'alto per la mancanza di adeguati dispositivi di protezione". Sul luogo di lavoro "sono anche stati trovati due lavoratori in nero". Il titolare dell'impresa esecutrice dei lavori è stato denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento