Cronaca

Capodanno a Como, oltre 900 botti illegali sequestrati

Petardi e fuochi non in regola scoperti dalla polizia locale

Repertorio

Botti e fuochi d'artificio non in regola o illegali sequestrati dalla polizia locale di Como nei giorni a cavallo del Capodanno 2018.
Oltre 900 i pezzi sequestrati tra il 27 dicembre 2017 e il 1° gennaio 2018. 
Quattro gli agenti incaricati dei controlli messi in atto in alcune attività produttive e negozi.

Il dettaglio dei sequestri

Il 27 dicembre in una cartoleria sono state sequestrate 16 confezioni di giochi pirotecnici difformi, il 28 in un'altra cartoleria ne sono state sequestrate 46. In entrambi i casi è stato compilato il contestuale verbale di violazione ai regolamenti comunali (50 euro). Il 29 dicembre sono stati effettuati 7 sequestri per un totale di 185 pezzi, il 31 altri 7 sequestri di 423 pezzi, l'1 gennaio 5 sequestri di 304 pezzi, oltre a un verbale in base all'ordinanza sindacale 75/2017 sui giochi pirotecnici e a un sequestro di giochi pirotecnici illegali (16 pezzi).
Seppure vietate da un'ordinanza prefettizia, nella notte di San Silvestro e nella giornata di Capodanno nei cieli di Como sono tornate a volare anche le lanterne cinesi di carta, vendute dagli ambulanti abusivi e ritenute pericolose in quanto potrebbero finire su piante o su strutture che potrebbero prendere fuoco. 

L'operazione rientra in un progetto di potenziamento dei servizi di controllo del territorio operati dalla polizia locale approvato dal comune di Como. Controlli finalizzati alla sicurezza urbana e della circolazione in collaborazione con le altre forze dell'ordine relativamente ai festeggiamenti di Capodanno.
Oltre all'attività preventiva nei giorni antecedenti la notte di San Silvestro sulla vendita di fuochi pirotecnici, sono state previste delle postazioni fisse in occasione dello spettacolo di Capodanno, sono stati fatti controlli sulla somministrazione di alcolici e sull'uso di fuochi pirotecnici con coinvolgimento del personale delle unità specialistiche Sicurezza Urbana e Tutela del consumatore e attività produttive.
 

Gli agenti in servizio

13 gli agenti al lavoro la notte del 31 dicembre suddivisi in quattro pattuglie di tre addetti più un ufficiale di coordinamento. Tre pattuglie sono state dedicate al pronto intervento e ai controlli commerciali e stradali, un equipaggio di tre addetti in borghese hanno svolto servizio di ausilio alle pattuglie in divisa.
Alle 22,30 sono iniziati i controlli preventivi di polizia commerciale, alle 23,40 è stata disposta la chiusura al transito dei veicoli, esclusi quelli di emergenza, con l'invio delle pattuglie in piazza Matteotti, via Recchi/Rosselli e piazza del Popolo.
A causa della pioggia la folla ha lasciato il lungolago in tempi brevi e 40 minuti dopo la mezzanotte è stato possibile riattivare la circolazione. Dall'1 alle 4,45 sono stati svolti controlli di polizia commerciale presso esercizi pubblici e contro la vendita abusiva di prodotti, oltre che controlli di polizia stradale.

Multe per divieto di sosta

Gli agenti nell'ultimo finesettimana dell'anno sono stati impegnati anche sul fronte dei divieti di sosta: in totale le multe sono state 324, con 3 rimozioni forzate (142 sabato 30 dicembre, 75 domenica 31 e 107 lunedì 1° gennaio).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno a Como, oltre 900 botti illegali sequestrati

QuiComo è in caricamento