rotate-mobile
Cronaca

Contrabbando di banconote, fermate in dogana 34 persone: l'identikit del contrabbandiere medio

Nelle ultime settimane sequestrati 346mila euro

Prevalentemente di nazionalità italiana, svizzera e dei Paesi dell’Europa orientale: sono soprattutto queste le provenienze delle persone che vengono fermate in dogana mentre tentano di passare dalla Svizzera all'Italia (o viceversa) nascondendo cifre di denaro contante ben superiore al limite di legge di 10mila euro. 
Tra i tagli delle banconote, gli euro prevalgono su franchi svizzeri e dollari americani, con qualche esemplare di valute correnti nei Paesi fuori dalla zona euro, quali Repubblica Ceca, Polonia e Romania.

Multe

I funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli e i militari del Gruppo di Ponte Chiasso della Guardia di Finanza hanno intercettato nelle ultime settimane 1.734.342 euro ai valichi di confine con la Svizzera. Più precisamente, presso i due valichi di Ponte Chiasso sono state fermate 34 persone che hanno violato l’obbligo di dichiarazione di somme pari o superiori a 10mila euro. Tutti trasportavano, infatti, più di 20mila euro. Per 28 di loro - con un totale di 758.997,62 euro rinvenuti - sussistendone le condizioni di legge, è stato possibile pagare la multa immediata, con il pagamento di un importo pari al 15% calcolato sull’eccedenza, complessivamente pari a 73.349,51 euro.

Sequestri

In 6 casi, in mancanza delle condizioni per consentire ai trasgressori di accedere al beneficio dell’oblazione, o perché se ne erano già avvalsi o perché l’eccedenza superava il limite di 40.000 euro, si è proceduto, nei termini di legge, a sequestrare il 50% dell’eccedenza – per un totale di 346.670 euro – somma trattenuta a garanzia del pagamento delle sanzioni amministrative determinabili dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in una misura che può andare dal 30% al 50% dell’eccedenza stessa.
Al valico di Oria Valsolda, è stata accertata la violazione dell’obbligo di dichiarazione valutaria a carico di una guida turistica di nazionalità tailandese che trasportava 32.440 euro e 3.600 franchi svizzeri, per un controvalore di 3.495,15 euro, con conseguente irrogazione della sanzione di 3.890,27 euro.

Non solo denaro

In particolare, presso il valico di Brogeda Autostradale, è stata sequestrata una cartella ipotecaria al portatore, detenuta da una imprenditrice svizzera che stava entrando in Italia, emessa per un importo pari a 200mila franchi svizzeri, pari al controvalore di 196.078,43 euro, da considerare denaro contante e trattenuta per intero in quanto titolo indivisibile, in attesa della definizione della sanzione da parte del Ministero dell'Economia e Finanze.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrabbando di banconote, fermate in dogana 34 persone: l'identikit del contrabbandiere medio

QuiComo è in caricamento