Cronaca

Sequestrati apparecchi per le macchinette slot a imprenditore cinese

La guardia di finanza di Como ha provveduto al sequestro di apparecchiature per le macchinette slot a un imprenditore cinese di 50 anni (J.J.) già noto alle fiamme gialle e all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. L'uomo incassava i...

apparecchi-sequestrati-gdf

La guardia di finanza di Como ha provveduto al sequestro di apparecchiature per le macchinette slot a un imprenditore cinese di 50 anni (J.J.) già noto alle fiamme gialle e all'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. L'uomo incassava i proventi di oltre 240 "new slot" piazzate in diversi bar della provincia di Como, ma negli anni non aveva versato al concessionario di rete la dovuta percentuale, fino ad arrivare alla rilevante cifra di circa 200mila euro.

I militari della guardia di finanza, dopo avere appurato che l'uomo aveva spostato la sede della sua società in una villa della provincia di Lecco, hanno effettuato la perquisizione dei locali dove hanno invenuti e sequestrati 240 tra modem, cavi, ed alimentatori, i cosiddetti Punti di Accesso necessari per il gioco legale, più circa 200 titoli di autorizzazione (nulla osta per la messa in esercizio) e diversi sacchetti contenenti monete per oltre 2mila euro, frutto di recenti incassi.

L'attività della Guardia di Finanza non si ferma all' aspetto di polizia giudiziaria, visto che alla ditta di installazione apparecchi verrà contestata la condotta evasiva riferita al mancato pagamento del PREU (Il Prelievo Erariale Unico c.d. PREU è un'imposta indiretta che si applica sulla singola partita, attualmente nella misura del 12,7%, la stessa ha sostituito di fatto sia l' IVA che l' Imposta sugli Spettacoli).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati apparecchi per le macchinette slot a imprenditore cinese

QuiComo è in caricamento