Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sentenza per don Marco Mangiacasale: 3 anni e 6 mesi di carcere

Don Marco Mangiacasale dovrà scontare 3 anni e 6 mesi di carcere per le molestie ad alcune ragazze minorenni. E' questa la sentenza di primo grado del giudice del'udienza preliminare al termine del processo avvenuto con rito abbreviato. L'avvocato...

Don Marco Mangiacasale dovrà scontare 3 anni e 6 mesi di carcere per le molestie ad alcune ragazze minorenni. E' questa la sentenza di primo grado del giudice del'udienza preliminare al termine del processo avvenuto con rito abbreviato. L'avvocato Renato Papa, difensore dell'ex economo della diocesi di Como, non vuole parlare né di soddisfazione né di successo, sebbene la richiesta del pm fosse stata di 4 anni di reclusione: "E' di cattivo gusto in questi processi assumere atteggiamenti di soddisfazione o trionfalistici. la sentenza del giudice è rispettosa di una corretta valutazione dei fatti e della personalità di don Marco".

Il commento del vescovo

Oggi il vescono di Como Diego Coletti ha commentato la sentenza per mezzo di un comunicato stampa che riportiamo integralmente:

Il Tribunale di Como ha emesso oggi la sentenza di condanna nei confronti del sacerdote diocesano don Marco Mangiacasale. La circostanza di questo primo grado di giudizio riaccende l’attenzione su una vicenda delicata, che ha suscitato dolore, costernazione e disorientamento nella comunità, civile ed ecclesiale.

Il pensiero del Vescovo è rivolto anzitutto alle vittime dei fatti di cui don Marco è accusato. A ciascuna di loro e alle loro famiglie va il pensiero di affettuosa vicinanza e la preghiera dell’intera comunità ecclesiale. La sofferenza per il comportamento di don Marco è grande, ma c’è il conforto che nasce dalla consapevolezza che egli ha ammesso i suoi errori e sta seguendo, con ferma determinazione, un percorso di riparazione del male commesso, di sincero pentimento e di ricerca di verità sulla sua vita umana e sacerdotale. In questo egli va incoraggiato e sostenuto.

In questi mesi la comunità di San Giuliano ha affrontato con impegno un importante itinerario di riflessione, rigenerazione, ricomposizione della rete di relazioni umane, con una particolare attenzione ai minori che sono rimasti direttamente coinvolti. L’auspicio del Vescovo è che si possa portare a compimento, con rinnovata speranza, il cammino educativo inteso a ricostruire serenità e fiducia. La comunità cristiana, in tutte le sue componenti, nella luce della fede e sostenuta dalla forza della preghiera, si senta sollecitata a un efficace cammino di conversione e di adesione piena a Cristo Signore.

Si parla di

Video popolari

Sentenza per don Marco Mangiacasale: 3 anni e 6 mesi di carcere

QuiComo è in caricamento